IO PREFERISCO STARE CON GLI EVASORI FISCALI, LO STATO CON I POSTINI LADRI

di LEONARDO FACCO Quando ci si sente rinfacciare che “le tasse sono il prezzo che paghiamo per vivere in una società civile”, citazione ripresa da Oliver Wendell Holmes, bisognerebbe cominciare a sbattere in faccia a certi “legalisti” notizie come quella che vi riporto di seguito: “Ruba alle Poste: impiegato licenziato dopo la condanna, ma un giudice ordina reintegro e il pagamento degli arretrati L’addetto dell’ufficio di Vasto aveva sottratto il denaro dalla cassaforte di cui aveva le chiavi. Incastrato dalle intercettazioni e sospeso, venne licenziato solo dopo la sentenza di primo grado, ma ora ha vinto il ricorso: il tribunale del lavoro ‘punisce’ l’ente perché avrebbe dovuto cacciarlo subito”. Il Belpaese (di m…..) potrebbe definirsi, a ragione, il Paese di truffatori ed impuniti. Che l’Italia sia un paese di truffatori è risaputo (leggetevi il libro “Io ti fotto” di Morello e Tecce), ma che a fronte della frode generalizzata e dello sperpero continuo dei soldi dei contribuenti ci sia sempre qualcuno che pretende che si…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere