sabato, Agosto 13, 2022
24.4 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Noi veneto indipendente: ordine del giorno per sostegno al referendum

Da leggere

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

noivenetoindipendente1NOI VENETO INDIPENDENTE ha presentato oggi a Vicenza in conferenza stampa la nuova iniziativa politica a sostegno del referendum per l’indipendenza del Veneto indetto con la Legge Regionale 16/2014.

Antonio Guadagnini, Lucio Chiavegato, Fabrizio Comencini, Roberto Agirmo e Luca Azzano Cantarutti, insieme il Consigliere di Schio Federico Dalle Vedove, hanno illustrato l’ordine del giorno che NOI VENETO INDIPENDENTE ha scritto e che verrà portato per l’approvazione a tutti i Consigli Comunali del Veneto.

L’iniziativa è nata sulla scorta dell’esperienza del Movimento dei Sindaci che chiedeva di trattenere in Veneto il 20% delle tasse”, ricorda Antonio Guadagnini “esperienza naufragata perché i Sindaci alla fine rispondevano ai Partiti e non agli elettori. Chiediamo oggi che i Consigli Comunali diano un mandato preciso ai Sindaci per un convinto sostegno della legge referendaria, affinchè il referendum si tenga presto e bene: noi parteciperemo alla competizione elettorale a fianco di chi ha sostenuto e sostiene la L. 16”.

Luca Azzano Cantarutti:  “Il mandato ai Sindaci non è solo quello di sostenere la L. 16 da un punto di vista politico, affinchè il referendum si tenga rapidamente, ma anche e soprattutto operativo; i Comuni debbono mettere a disposizione le proprie strutture, ad esempio per le operazioni di voto referendario, per la certificazione elettorale, per istituire un’anagrafe degli scrutatori volontari. Potremo così abbattere sensibilmente i costi del referendum per l’indipendenza, quei 14 milioni di euro previsti dalla legge possono essere ridimensionati dalla partecipazione dei Veneti, organizzati dai Comuni per un’operazione di democrazia diretta. Sosteniamo altresì Luca Zaia nella difesa della L. 16 dinanzi alla Corte Costituzionale e in ogni altra sede”.

Le ragioni dell’impegno politico di NOI VENETO INDIPENDENTE nella prossima competizione elettorale per il rinnovo del Consiglio Regionale sono state ribadite da Lucio ChiavegatoIl Veneto è allo stremo, abbiamo il dovere di smuovere la politica affinchè si faccia carico di portare il Veneto fuori dalla crisi devastante. L’embargo russo sui nostri prodotti, frutto di scelte scellerate dai nostri governanti, si andrà aggravando. Noi ci mettiamo il nostro impegno e chiamiamo i Veneti tutti a seguirci e sostenerci”.

noivenetoindipendenteUn’azione di respiro internazionale, come ha ricordato Fabrizio Comencini: “L’intera Europa è attraversata da istanze indipendentiste, a cominciare dalla Scozia che il 18 settembre voterà il referendum per l’indipendenza. NOI VENETO INDIPENDENTE è collegata con i Movimenti indipendentisti di tutta Europa e in quest’ottica abbiamo organizzato per sabato 20 un grande Convegno al quale parteciperanno Europarlamentari di tutte le Nazioni che aspirano all’indipendenza, a cominciare proprio dalla Scozia e dalla Catalogna”.

Roberto Agirmo ha infine ribadito il carattere pacifico dell’azione di NOI VENETO INDIPENDENTE: “Chiunque abbia in mente azioni meno che pacifiche è estraneo al nostro Cartello. Noi vogliamo arrivare al Veneto indipendente attraverso un’azione determinata ma pacifica e democratica”.

Dopo l’Ordine del giorno per i Comuni Veneti, Antonio Guadagnini e Andrea Favaro hanno presentato il libro IO POSSO DECIDERE: una serie di riflessioni politiche e giuridiche circa il diritto dei Popoli, del Popolo Veneto, all’autodeterminazione. 

UFFICIO STAMPA NOI VENETO INDIPENDENTI

__________________________________________________________________________________________

O.D.G. COMUNI

Comune…………………………

oggetto: Presentazione Ordine del Giorno

Egr. Sig. Presidente del Consiglio (ove presente)

Egr. Sig. Sindaco

col presente documento siamo a porre in discussione il seguente Ordine del Giorno con all’oggetto:

Diritto di espressione democratica.

 

Il Consiglio Comunale di ……………………,

PREMESSO

– che il Consiglio Regionale del Veneto, in data 12 giugno 2014, ha approvato la L. 16/2014 che indice un referendum sul seguente quesito: “Vuoi che il Veneto diventi una repubblica indipendente e sovrana? Si o no?”

– che il Governo italiano ha impugnato tale legge avanti la Corte Costituzionale, opponendosi alla celebrazione del referendum anzidetto;

– che il Presidente della Giunta Regionale, Dott. Luca Zaia, ha manifestato la volontà di difendere avanti la Corte Costituzionale, nonchè in ogni altra sede giurisdizionale, la piena legittimità della L. 16/2014;

CONSIDERATO

che a sostegno e per la indizione di questo referendum:

– in varie occasioni, sono state organizzate manifestazioni popolari che hanno visto la partecipazione di migliaia di persone;

–     sono state raccolte decine di migliaia di firme;

– ben 181 Comuni hanno approvato un OdG che chiedeva al Consiglio Regionale di approvare il progetto di legge regionale n. 342, divenuto poi L. 16/2014;

RITENUTO

– che la libera espressione del pensiero è un diritto inviolabile dell’individuo, promosso e tutelato dalla Costituzione Italiana nonchè dalle norme del diritto internazionale richiamate dalla stessa Costituzione;

– che il referendum è uno strumento di democrazia diretta posto a presidio del nostro ordinamento democratico;

– che sostenere un referendum non implica lo schierarsi da un parte o dall’altra, ma esprimere la necessità di consentire il libero esercizio del diritto di opinione dei cittadini su temi che li riguardano, a cominciare dall’indipendenza del Veneto;

– che il Comune è l’istituzione politica più vicina ai cittadini, dei quali rappresenta – meglio di ogni altro – la volontà;

– che condizione necessaria alla realizzazione di qualsiasi proposta politica è la manifestazione del consenso che la sostiene;

– che si vuole quindi manifestare il consenso dei Cittadini di questo Comune alla scelta referendaria per conoscere la volontà dei Veneti rispetto all’opzione indipendentista;

tutto ciò premesso, il Consiglio Comunale di …………………….

IMPEGNA

 il Sindaco e la Giunta a dare impulso e sostegno con ogni mezzo pacifico e democratico all’azione politica del Presidente della Giunta Regionale del Veneto, Dott. Luca Zaia, e della Regione Veneto affinchè sia difesa la piena legittimità della L. 16/2014 e ne sia data piena, concreta e rapida attuazione sino alla celebrazione del referendum.

…………………, li ……………………….

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti