PER ESSERE VENETI NON È NECESSARIO VOTARE PER IL PARTITO DEI VENETI

di ALESSANDRO MORANDINI Per essere Veneti non è necessario votare per il Partito dei Veneti; e non è neanche necessario partecipare alle manifestazioni dell’indipendentismo veneto. Un Veneto è Veneto perché incarna una cultura millenaria. Alcuni indipendentisti affermano che i Veneti non sostengono come dovrebbero l’indipendentismo e che in troppi stanno addirittura dalla parte dello stato italiano; poi, dopo tre mesi, cambia lo scenario. Proprio coloro che dovrebbero guidare la disintegrazione dello stato italiano (indipendenza del Veneto vuol dire disintegrazione dell’unità dello stato italiano) preferiscono la competizione elettorale organizzata dallo stato italiano, competizione che implicitamente afferma la regola aurea dell’unità e dell’indivisibilità. Non solo: il tratto caratteristico di questa nuova, l’ennesima, avventura elettorale sembra essere la rinuncia all’idea di indipendenza: il termine viene escluso dai discorsi degli ex-indipendentisti a tutto vantaggio di vocaboli apparentemente più convenienti come autonomia, auto-governo, interesse dei Veneti (ma solo apparentemente più convenienti, in realtà proprio oggi l’indipendenza inizia a delinearsi anche agli occhi di tanti Veneti come l’unica via d’uscita dal…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche PensieroLibero