martedì, Luglio 16, 2024
25.8 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Oggi le comiche: ecco le primarie del pdl

Da leggere

di PONGO

E’ la solita storia: o ci suicidiamo, tutti quanti, un bel suicidio collettivo, oppure ridere. Ma ridere tanto, ridere fino ad impazzire, anzi ridere da morire, così il risultato è lo stesso del suicidio. Ho anche difficoltà a descrivere l’argomento, sto cercando paragoni nelle storie fantastiche, nei films di cartoni animati o in certi altri vecchi films,  magari in bianco e nero, ma non riesco a trovare il paragone esatto, e forse qualcuno di voi potrebbe essere più preciso di me, pensando a certi fumetti.

Sta di fatto che preso da un certo punto di vista,  l’effetto non può essere altro che quello delle comiche cioè  ridicolo, una specie di banda di smandrappati, come erano Franco e Ciccio seppure loro erano in due mentre questi sono tanti, tantissimi, troppi. Mi chiedo come può una (ex) maggioranza che in questi ultimi 18-19 ha governato quasi sempre e che dovrebbe quindi conoscere (ma ho dei seri dubbi) i problemi del nostro povero Stato e  non solo esserne a conoscenza ma  indicarne anche la cura (fino ad un anno fa era lei il nostro dottore oltre che governo)  e che invece  non riesce, non ce la fa, scoppia da solo esclusivamente per  suoi motivi  interni ovvero non è capace ad organizzarsi per svolgere le  sue primarie. Ma capite che è come immaginare un bambino che in età giusta non riesce a camminare (?) è come una squadra di calcio che non riesce a giocare al pallone (?) è come un cuoco che non sa preparare un uovo sodo(?). Di sicuro quel gruppo di incredibili è coerente perché  sono esattamente come il suo Capo, il grande Silvio, che si è sempre ritenuto il numero Uno anche in politica e solo ora, forse, qualche dubbio è sorto anche a Lui e si è accorto di essere veramente uno scarso, seppure si giustifica, la colpa è sempre degli altri!

Con lotte e tensioni furibonde, la data delle primarie è l’unico risultato ottenuto: 16 dicembre! Infatti dicono: “Se non le facciamo subito, non le facciamo più”! Però non si conoscono con esattezza neppure i candidati perché le regole del gioco non permettono a tutti di essere d’accordo. Alfano:”Se alle primarie ci sono candidati indagati, non ci sarò io”. Logicamente Berlusconi è al di sopra delle parti perché Lui è il perseguitato politico mentre gli altri  devono essere belli e puliti, puliti fuori e puliti dentro. La Santanché: “Non possiamo delegare alla magistratura la scelta dei candidati delle nostre primarie”. Alcuni outsiders reagiscono, Giampiero Samorì(indagato):” E’ un violento attacco al presidente Berlusconi”!, e Alessandro Proto: “Di Alfano me ne frego….potrei fare un passo indietro ma il Pdl è ormai alla deriva. Sarà mio impegno portarlo a livelli perlomeno decenti”.  Poi Michaela Biancoforte, bionda sudtirolese: “Ma  Alfano non sapeva prima che alcuni erano indagati? Questa è l’occasione per annunciare che le primarie non si faranno”. Bondi dà la colpa a La Russa, secondo lui ispiratore di Alfano per questa “pulizia” demagogica. E La Russa gli replica: “Bondi, tu stai creando solchi profondi e insuperabili con gran parte del gruppo dirigente del Pdl”. E il Grande Capo? Come sempre le primarie Lui se le fa per conto Suo. Ci sono chiacchiere che dicono che si sta creando una Sua listina personale con nomi di fedelissimi. Si rievoca lo spirito del ’94. Ma quale 94? Il 94 non c’è più da quasi diciannove anni…..e poi quale italiano tornerebbe indietro a subire non solo la Sua incapacità (come quella di tanti altri prima e dopo di lui) ma soprattutto la Sua immensa presa per il culo ai danni dell’Italia. Inoltre guardatelo com’è adesso. Guardatelo in faccia, negli occhi. Prima almeno aveva le idee, ora neanche quelle, è solo un cane bastonato, un leone ferito, ferito da tutti, dai sondaggi, dagli elettori, dal giudizio dell’Europa, dalla moglie, dal processo Mediaset, dalla Mondadori, un po’ anche dal Milan, dal suo Partito col quale ha perso i contatti, di certo non parla più con nessuno, esclusi i suoi vecchi fedelissimi con cui vuol fare una lista. Che fine triste.

E gli altri omettini con le loro primarie? Son ridicoli,  solo pupazzetti, gioppini che si vogliono inventare le primarie con elettori proprio nel partito del Re Sole, Lui che è nato e sempre vissuto dicendo:” Qui l’unico Primario sono io ed io solo!!!”. Primarie  nel Pdl ? E’ la contraddizione più estrema che si possa immaginare! E infatti basta guardarli, quei poveracci. E noi non possiamo far altro che ridere…ridere, riiidere, riiiidere, riiiiiidere… fino a morire, purtroppo.

 

Correlati

3 COMMENTS

  1. Forse in Italia sono di moda le “primarie” e non le idee. Adesso, letto l’ articolo mi ricorda la frase di Maurizio Costanzo che quando era il momento diceva: ” adesso, consigli per gli acquisti. Però guardandosi in giro non vedo nessuna cosa valida da comprare e oltre tutto questi ci hanno lasciato senza soldi.

  2. Anch’io anch’io anch’io voglio fare le primarie ! Sotto svariati nomi le fanno praticamente tutti (grillo a parte ma diamogli tempo)

    Topo Gigio, Grande Puffo, Calimero o la new entry il Pulcino Pio.

    Scegliete il futuro premier del partito di fanculo (FCL), date grande impulso alla democrazia: basta che sganciate 2 euro a voto così finalmente mi prendo sto benedetto aereo per Panama e vi lascio con i vostri sogni, cari italioti !

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli recenti