venerdì, Settembre 30, 2022
13.6 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Rajoy incontra puigdemont: vade retro l’indipendenza catalana

Da leggere

RAJOY-PUIGdi REDAZIONE

“Purtroppo non è andata bene. Non c’è vocazione a raggiungere un accordo tra Rajoy e il governo” catalano. Le parole di Carles Puigdemont, il presidente della Generalitat di Catalogna, sono chiarissime, nella conferenza stampa dopo il suo primo incontro ufficiale, ieri a Madrid, con il premier spagnolo Mariano Rajoy. A Rajoy Puigdemont ha chiesto di poter organizzare un “referendum vincolante” sull’indipendenza delle regione autonoma, e la risposta del premier non ha suscitato sorpresa: un nettissimo no. Nella seguitissima conferenza stampa, alternando spagnolo e catalano, Puigdemont ha definito “cordiale e amichevole” l’incontro, ma ha detto che le rispettive posizione rimangono “agli antipodi” in quanto c’è “un profondo disaccordo di fondo sul progetto politico di uno stato indipendente di Catalogna in seno all’Ue”.

In un altro incontro coi giornalisti, Rajoy si è ancora una volta detto decisamente contrario all’indipendenza della Catalogna. Rajoy, dopo aver salutato l’avvio – finalmente – di un dialogo tra Madrid e Barcellona, ha ricordato che “siamo convinti che la Catalogna faccia parte della Spagna e del fatto che l’immensa maggioranza degli spagnoli condivida questa visione, perché vogliamo continuare a rimanere insieme e difenderemo questa posizione politica e personale”.

Rajoy ha confermato che Puigdemont gli ha parlato di referendum vincolante. “Gli ho detto che non sono d’accordo. Ha mantenuto la sua posizione ed io ho mantenuto la mia”.

L’incontro è durato oltre due ore. Puigdemont ha regalato a Rajoy il facsimile della prima edizione della seconda parte del Don Chisciotte, con il suo viaggio a Barcellona e la scoperta del mare. A Madrid pioveva, e il premier ha accolto il leader indipendentista catalano alla Moncloa accanto a tre bandiere: spagnola, catalana ed europea.

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti