Referendum Veneto: lo straordinario peso politico del plebiscito digitale

di GIANLUCA MARCHI Alla fine anche i giornaloni e le televisioni nazionali hanno dovuto cedere e concedere un po’ del loro spazio – spesso e volentieri dedicato a ciclopiche puttanate – al plebiscito digitale chiusosi ieri in Veneto. Sono arrivati buoni ultimi dopo che le emittenti e i quotidiani di altri Paesi europei si erano cimentati sull’argomento. Ma tant’è, siamo in Italia e dobbiamo sempre aspettarci il peggio… Bisogna dare merito a Plebiscito.eu di aver creduto a questa iniziativa e di averla portata fino in fondo, fino cioè ad assumere un peso politico e anche mediatico che forse era persino difficile aspettarsi. A mio parere che i 2 milioni e 360 mila voti siano tutti, fino all’ultimo, reali e regolari poco importa: quel che interessa è la volontà di un popolo di dire ciò che vuole per il proprio futuro, e questo nonostante la scarsa pubblicizzazione mediatica che il referendum aveva avuto nella fase preparatoria. Sul fatto che circa il 90% si sia espresso per…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche Il Meglio della Settimana L'Editoriale