venerdì, Luglio 19, 2024
24.2 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Salvini e tosi non sono d’accordo nemmeno sulla candidatura alle olimpiadi

Da leggere

di REDAZIONE

LEGA: CON SALVINI TORNA A ORIGINI, TONI DURI E ATTACCA L'EUROMatteo Salvini ha definito una follia la candidatura dell’Italia e di Roma per le Olimpiadi del 2024. E c’è da credere che molti leghisti la pensino allo stesso modo. Ma la Lega – intesa come gruppo dirigente – non sembra affatto unita in questa posizione. Contrariamente al segretario del suo partito, il sindaco leghista di Verona, Flavio Tosi, si dice favorevole alla candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024. “Se non si deve fare un grande evento come le Olimpiadi perche’ c’e’ la corruzione allora non bisognava fare ne’ il Mose ne’ l’Expo. Il Mose, per esempio, e’ un’opera pubblica e se funziona salvera’ Venezia dall’acqua alta”, ha affermato alla ‘Zanzara’. “Da qui al 2024 l’Italia sara’ cambiata, o falliremo o ci tireremo fuori da questa situazione – ha continuato -. Da qui a dieci anni, con la logica dell’Expo, un evento come le Olimpiadi porterebbe milioni di persone o di telespettatori, come quando ci furono i Mondiali di calcio di Italia ’90”.

Che fra Tosi e Salvini non corra il sangue migliore lo si intuisce anche dalle risposte ironiche che il sindaco scaligero ha riservato a un’altra trasmissione radiofonica. Sembra proprio che Salvini voglia candidarsi alle primarie del centrodestra. “Non sara’ il solo. Saremo in molti per quel ruolo”, anticipa Flavio Tosi, ospite del programma di Rai Radio2 ‘Un Giorno da Pecora’. Tosi rivela infatti che “con Maroni e Salvini, nell’ufficio del presidente della Regione, si decise insieme per la candidatura di Salvini a segretario federale e che io avrei seguito la questione del centrodestra nazionale. Lo chiamerei il ‘Patto del Pirellone'”. Patto sul quale, aggiunge, concordavano “sia io che Salvini”.
Il segretario lumbard, prosegue, “e’ piu’ esuberante, io sono prudente e metodico. E’ piu’ bravo di me in tv”. Quanto ai rapporti con Berlusconi “io – spiega – non lo vedo da qualche anno. Si vede che gli sto antipatico”. E Putin? “Putin – scherza – non mi caga neanche di striscio. Non conto un cazzo”. Quanto alle ormai famose foto del ‘Salvini desnudo’, “dimostrano – dice ancora – l’esuberanza di Salvini. Forse dovrebbe fare un po’ piu’ di sport. E’ un po’ tondo”. A proposito di consensi per la leadership del centrodestra. E Alfano? “Come consenso popolare Alfano e’ un tantino piu’ bassino”.

 

Correlati

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli recenti