UNA VOLTA URLAVANO SECESSIONE AI CONGRESSI, ORA BORDATE DI FISCHI

de IL POLENTONE Dopo le parole del direttore di ieri e quelle di Daniela Piolini Oneto oggi, è difficile dire di più della farsa leghista, finita come solo in pochi hanno immaginato. Chi ha qualche anno sulle spalle – come il sottoscritto, che ha una lunga barba bianca – prova tristezza e sdegno nel vedere le sceneggiate pelasgiche del salvinismo, tutte infiocchettate dentro felpe griffate Calabria, Sicilia, Napoli e terronia varia. Quanto s’è consumato a Parma appare normale solo per chi ha qualche fetta di prosciutto sugli occhi, oppure per la nuova schiera di arrivisti che fa a gara a farsi oggi i selfie con il segretario della Lega Italia, come ieri se li faceva con quello della Lega Nord per la presa per i fondelli della Padania, al quale nel congresso di due giorni fa han fatto fare la figura del peracottaro. “Salvini umilia Bossi, che pena la politica che non rispetta i padri (e la Storia). “Ne abbiamo viste di rottamazioni di vecchi leader, ma…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche IlPolentone