domenica, Dicembre 4, 2022
8.5 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Altro appello di chiavegato: uniti verso le regionali del 2015

Da leggere

PARTITIVENETITAVOLORICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Metti il caso che… dopo un autunno ed inverno di battaglie referendarie e di girotondi legali non si arrivi al nulla di fatto, ecco la primavera con le elezioni regionali 2015. Abbiamo un Veneto devastato da inchieste giudiziarie che vanno a colpire indistintamente a destra e a sinistra passando per il centro ed i vertici della Lega.

La gente frastornata da questo ennesimo terremoto politico si ritrova con il dubbio se andare a votare e soprattutto per chi votare. Noi, indipendentisti dei vari movimenti e partiti nel frattempo, durante questo periodo, abbiamo continuato a parlare e ad informare la gente sui vantaggi dell’indipendenza del Veneto e presentiamo la squadra UNICA , preventivamente formata e condivisa.

Abbiamo la fortuna di avere persone su ogni provincia, squadre di volontari che diffondono le informazioni e possono trasformarsi in ripetitori di voto. Abbiamo possibili candidati che sono forti in certe province e zone e altri che possono sopperire per raggiungerne altre. La nostra forza sarà grande e mostrare alla gente UNITA’ di percorso e coerenza con quanto abbiamo professato in questi anni sarà un ottimo veicolo per convincere gli elettori.

Preventivamente questa squadra avrà condiviso un patto che dirà  che corriamo per l’indipendenza del Veneto e chi verrà eletto dovrà fare un determinato percorso. Dove sta il problema di una squadra del genere?

Nella foto abbiamo messo solo alcuni dei principali personaggi che hanno caratterizzato la vita politica indipendentista degli ultimi anni, con i loro simboli di riferimento, ma lo scatolone al centro ne può ospitare anche altri decisi dai vari gruppi. Una squadra del genere può richiamare l’attenzione dell’elettore Veneto? Una squadra del genere può anche dar fastidio agli equilibri politici e sono sicuro che qualcuno verrà a suonare al nostro campanello. Naturalmente la squadra completa è e sarà interessante, ma una eventuale frazione non sarà nulla di concreto, a meno che qualcuno non abbia già venduto il proprio pensiero per una carega !

Lavorando bene e per tempo, appianando ogni distinguo e raccogliendo ulteriori candidati di nostra conoscenza potremo coprire tantissimi  Comuni Veneti e far convogliare i nostri voti sulle persone che faranno parte di questa squadra. Allora ditemi, dove sta il problema di fare un progetto del genere?

 

Sto parlando delle elezioni del 2015, parlarne e lavorare per questa unità, che problemi crea a chi dice che al momento non è interessato perché sta percorrendo un’altra strada? Non si tratta di cambiare le proprie strade, ma di unire gli sforzi diretti ad un unico obbiettivo. INDIPENDENZA DEL VENETO. Io credo, e sento dai commenti della gente, che molti ripongono la loro fiducia in noi, in quanto per anni abbiamo sempre evitato gli inciuci e abbiamo detto  che sarebbe finita così.

La colpa della crisi non è certamente nostra! Anzi noi siamo gli unici con un progetto credibile che può dare fiducia al Veneto. Le elezioni Regionali 2015 saranno una via istituzionale itagliana che noi potremo percorrere senza avere il permesso di nessuno. Il nostro programma ci porterà, se vincenti a dichiarare l’indipendenza e se invece con un buon risultato ad essere l’ago della bilancia politica per governare. Io non ho paura di mettermi alla prova anche in questo.

Chi dice che non è interessato alle votazioni regionali sta mentendo per vari motivi: o ha già un accordo con qualche partito o ha solo paura di mettersi in gioco. Ora lascio a voi le riflessioni e spero che i candidati del cerchio aumentino presto. Ragioniamo da Veneti e lavoriamo per il Veneto, solo allora vedremo un futuro migliore.

P.S. Evitate commenti riferenti a persone nella foto, altrimenti se cominciate a fare i distinguo su questo o quello vuol dire che non avete capito nulla. O siamo uniti TUTTI o stiamo a casa a lamentarci. Grazie.

WSM – Lucio Chiavegato

- Advertisement -

Correlati

8 COMMENTS

  1. Bene e buona proposta qui contenuta nell’articolo.
    Va’ ben: provare va ben.
    Ma, ho delle “perplessità”, mi e’ permesso??
    Ma qui non le espongo, se avete raggiunto l’unita’ di intento (INDIPENDENZA), ci vorra’ anche un programma politico x il nuovo Stato: o no ??
    Preparatelo ed esponetelo, secondo può essere utile.
    AUGURI!

  2. Caro Lucio, a me sta bene l’esortazione a non polemizzare contro alcuni dei personaggi illustrati in “epigrafe”, ma vorrei sapere attorno a quale “programma” si uniscono tante persone così differenti.
    Per esempio: si continuerà a conservare l’€uro, si rimarrà all’interno di questa €uropa, e, nella NATO, e nel FMI; si tollereranno ancora basi statunitensi all’interno dei nostri confini?
    Quale “regime” si vorrà instaurare una volta usciti dall’Italia?
    Democrazia diretta o rappresentativa; nazionalismo (tipo fascista) o internazionalismo (tipo comunista) … o altro?
    Quale atteggiamento fronte all’immigrazione?
    Quali le alleanze internazionali?
    Insomma questi sono dei quesiti, pochi, fra i molti che si presentano alla costituzione del nuovo Stato.
    Come si risponderà a queste e ad altre domande?
    Si stampino dei programmi chiari e si distribuiscano pubblicamente dai “gazebo” di tutti quei Movimenti che accettano di “mettersi assieme”.
    Ciò costituirà un impegno di tutti questi aspiranti leaders, e, forse, si potrà così fare una cernita e distinguere fra grano e loglio fra tanti che vogliono mettersi a “disposizione” del proprio Popolo.

  3. dir ei fantastico così la prima volta che Uno va in prima pagina per affari poco chiari ce ne ri mettono tutti e sopratutto la causa. idea fantastica

  4. L’idea all’unita’ e’ certamente lodevole, ma l’idea di presentarsi tutti uniti alle regionali italiane penso possa essere un boomerang, infatti mentre moltissimi veneti,sicuramente la maggioranza ,sono per l’indipendenza ,non credo che voterebbero nella stessa misura i nostri movimenti.a quel punto , se non raggiungeremo quozienti importanti che faremo ?rimanderemo ancora tutto indietro di 5 anni alle successive elezioni? E nel frattempo alle nostre vite, alle nostre famiglie ,alla nostra felicità’ che succederà’?Credo che si debba votare subito e chi ha la possibilità’ di convocare il referendum lo faccia! Meglio quindi rimanere uniti ora e mobilitare tutti per il referendum, che disperdersi in progetti politici difficilmente percorribili.

  5. E’ auspicabile una UNITA’ dei vari elementi che vedendo l’immagine fanno un po’ impressione dal numero composto.
    Tante idee per un solo obiettivo?

    Fratelli veneti la strada e’ una sola: bisogna essere uniti. Credo anche che ci vuole un solo capo, almeno fin quando non arrivera’ la LIBERTA’.

    Se farete i gelosi non andremo da nessuna parte.

    PSM
    WSM

  6. kuanta rikkezza d’idee ed iniziative… lì dentro kredo ci siano rappresentati tutti gli indirizzi politici, o tendenze, di destra, centro e sinistra…
    uniti ma ben distinti,
    potrebbero vincere…

    • ke ciaskuno di kuesti indipendentisti parli al proprio elettorato idealre e li rappresenti bene nei suoi valori ed aspirazioni… gli uni in unione kon gli altri

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti