BOSO CONTRO TOSI: LUI LEADER DEL CENTRODESTRA? PIUTTOSTO VOTO BARBARA BERLUSCONI

di POLENTONE

boso 1In casa Lega si sente profumo di congresso e così gli animi si surriscaldano. Erminio Boso, il popolare ‘Obelix’ della corrente interna degli indipendentisti padani, se la prende, manco a dirlo, con il sindaco di Verona Flavio Tosi, che gli indipendentisti li brucerebbe volentieri nei forni! Il sindaco di Verona di recente ha ribadito la volontà di candidarsi alle primarie del centrodestra. «Tosi leader del centrodestra? Piuttosto voto Barbara Berlusconi! – ha replicato Boso conversando con l’ANSA -. Ho letto  l’intervista che Tosi ha fatto a Libero e a momenti cado dalla sedia. Lui che prima ci aveva corteggiato per ottenere il sostegno di noi indipendentisti adesso vorrebbe trasformarci in tricoloriti fratellini d’Italia? Ma scherziamo? Tosi dovrebbe ben sapere che la Lega è nata federalista autonomista e secessionista mica nazionalista o fascistella!». «Certo – aggiunge Boso – nelle nostre fila ci sono persone di destra ma mai e poi mai saremo nazionalisti o fascisti. E lui vorrebbe il sostegno della base leghista per diventare leader del centrodestra e magari per fare le scarpe al segretario Salvini? Ma che esca lui dalla Lega e non stia a pensare a far fuori Bossi o a cancellare la Padania!» «Forse Tosi, drogato come il suo amico Renzi dalla visibilità datagli dai media italiani – conclude Boso – non si ricorda che la Padania è un sogno nato per far rivivere una identità, per lottare per un popolo… e lui diceva pure di crederci. Ma la verità è che, come tanti, non ha capito che la Lega è forte e conta solo perchè ha una propria identità».

Manifestazione dei sindaci d'Italia contro la manovra finanziariaIo sono Polentone, ma non ho la crusca nel cervello, per cui penso che prima o poi queste due anime all’interno del Carroccio dovranno arrivare al redde-rationem. Come possono continuare a camminare insieme se hanno obiettivi letteralmente opposti?

 

Print Friendly, PDF & Email
Rubriche IlPolentone