BREXIT, A MENO DI DUE MESI LA MAY PRENDE TEMPO

di REDAZIONE

“Bisogna che qualcosa si muova dal lato britannico, chiarezza e movimento devono venire dal Regno Unito” per allontanare lo spettro di una Brexit senza accordo. È quanto ha detto il capo negoziatore dell’Ue per la Brexit, Michel Barnier, parlando al termine di un incontro con il primo ministro del Lussemburgo, Xavier Bettel.

A 46 giorni dal divorzio del Regno Unito dall’Ue, in programma per il 29 marzo, Barnier dovrà incontrare sempre oggi a Bruxelles il ministro britannico per la Brexit, Stephen Barclay Il capo negoziatore Ue ha dichiarato oggi che la proposta del leader dell’opposizione britannica Jeremy Corbyn per rilanciare i negoziati sul divorzio del Regno Unito dall’Unione europea “è interessante”, ma che servono – e a Bruxelles aspettano – nuove idee da Londra.

Michel Barnier deve incontrare il ministro britannico per la Brexit (il terzo), il neo-nominato Stephen Barclay. Pur sottolineando di non volere immischiarsi in questioni politiche interne, Barnier e altri funzionari Ue hanno preso in esame una lettera che il leader laburista Corbyn ha inviato alla premier Theresa May la settimana scorsa.

Il capo negoziatore Ue per la Brexit ha dichiarato che la proposta del leader dell’opposizione britannica Jeremy Corbyn per rilanciare i negoziati sul divorzio del Regno Unito dall’Unione europea “è interessante”, ma che servono – e a Bruxelles aspettano – nuove idee da Londra. Nel mentre, la May chiede più tempo.

CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche Brexit