lunedì, Dicembre 5, 2022
8.3 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Buon anno, non sopporto oltre questo lager fiscale

Da leggere

di LEONARDO FACCO

Cari abbonati, cari lettori, un altro anno è passato e se siamo ancora qui è solo grazie a voi.

Ciononostante, quest’anno che viene sarà un anno in cui dovrò fare delle scelte, anche perché l’irriformabile Italia è ormai un lager fiscale conclamato, un campo di concentramento nel quale non voglio restare prigioniero.

Peraltro, considerato che gli abbonati diminuiscono sempre, beh, probabilmente l’idea di “appendere la penna al chiodo” non è poi così remota.

Ho sempre detto che di soldi pubblici non ne avrei mai accettati e questo accordo – siglato anche con gli altri fondatori della rivista – verrà sempre rispettato.

Anche le idee devono avere un loro mercato e se i clienti venissero meno, ne trarrò le conseguenze… da libertario quale sono.

Per il resto, auguri a tutti voi, ma anche a me stesso e alla redazione, uno splendido 2020, un 2020 di assoluta libertà!

- Advertisement -

Correlati

17 COMMENTS

  1. Caro Leonardo, anche se in ritardo ti faccio gli auguri di un soddisfacente e felice Anno Nuovo!

    Persuadere gli schiavi dei vantaggi personali e collettivi che derivano dall’evolversi in persone libere è un’impresa nobile, faticosa perché i risultati sono a lunghissimo termine, generazioni, in termini di ritorno materiale.
    Lo si fa perché è giusto, perché ci si diverte, perché nel farlo esploriamo anche l’anima in noi stessi, perché serve alla nostra crescita, perché ogni volta che troviamo un nostro concetto o idea in qualche sconosciuto ci sentiamo gratificanti, non tanto della fatica fatta, ma dal fatto che il nostro impegno non è andato sprecato.
    In quel momento ci sentiamo degli eroi, sentiamo che le nostre elaborazioni e ragionamenti stanno superando la barriera del tempo e dell’immanente, sentiamo che anche un nostro contributo di pensiero sta diventando immortale e cresce.
    Dunque la sfida è voler bene al prossimo! E per farlo la cosa migliore che secondo me si possa fare è proporre un modo di pensare diabolico, in senso buono, alla Bastiat.
    Io nel mio piccolo mi esercito continuamente ed ho trovato molto affine ed utile la filosofia di Igor Sibaldi, che se non conosci ti consiglio.
    In ogni caso obbiettivamente, il virus libertario anarco-capitalista ha fatto molta strada, si nota da piccoli dettagli che si sta diffondendo bene. E TU sei tra i maggiori responsabili!
    Che la forza venga a te e che l’energia aumenti!!!

  2. Non sono abbonato, quindi non “contribuisco” con denaro.
    Però devo veramente dire che mi spiacerebbe perdere la sua voce, caro Leonardo.
    Nella desolazione culturale ormai quasi totale, poter leggere tutto ciò che porta avanti da anni (con grande impegno, sicuramente) è importante, una sorta di ultima spiaggia di chi ancora ragiona.
    Certo, c’è da riflettere sul fatto che culturalmente, come dicevo, va sempre peggio, e se nessuno vuole ascoltare il problema è serio.
    Cosa si potrebbe fare in merito?

      • Mi auguro vivamente possa continuare, in qualche modo, a far sopravvivere l’unica voce libertaria in Italia! Anche dall’estero, perchè no.
        E’ il momento della “resistenza”.
        La situazione mi sembra paragonabile a quella della fine di Star Wars Ep.3 (la vendetta dei Sith), coi buoni sconfitti che si rifugiano e si ritirano, ma ponendo le basi per la ribellione.
        Ah, bei tempi quando anche Star Wars era libertario, basato su una lotta contro lo stato organizzato ed invasivo.
        Le idee e la cultura sono importantissime, ed anche solo tramandarle per qualche anno è di primaria importanza.
        Soprattutto in un occidente ormai quasi del tutto inconsapevole di cosa lo abbia reso prospero e libero, e cioè l’evoluzione in senso liberale di qualche secolo fa.

  3. Ti ricambio gli auguri affinché tu possa trovare l’isola che non c’è e vivere in assoluta libertà, spero relativa o compatibile con l’assoluta libertà degli altri. Un giornale online puoi pubblicarlo da qualsiasi parte del mondo andrai, con tua più goduria quotidiana di sparare raffiche senza peli sulla lingua.
    Buona fortuna per il tuo prossimo ventennio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti