lunedì, Agosto 15, 2022
21.2 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Capodanno pieno di tasse! aumentano multe, benzina, acqua, autostrade

Da leggere

tasse 5di REDAZIONE

Tra due giorni, e cioè dal 1°gennaio 2015 scatterà un vero e proprio salasso. Tantissimi sono infatti gli aumenti previsti per il prossimo anno, dalle autostrade alle multe, dalla benzina all’acqua potabile, non si salva praticamente nulla.

La CGIA di Mestre calcola i rincari in arrivo il prossimo anno e il conto sarà salatissimo.

I più vessati saranno gli automobilisti, assieme ai taxisti, agli agenti di commercio e agli autotrasportatori, ma gli aumenti colpiranno anche i lavoratori autonomi iscritti alla sezione separata dell’Inps, i cosiddetti freelance.

Scrive infatti la CGIA:

Accanto alla conferma del bonus Irpef, alla riduzione dell’Irap per le imprese e alla cancellazione dei contributi Inps a carico delle imprese per i neoassunti a tempo indeterminato, dal 1° gennaio 2015 scatteranno anche una serie di aumenti che interesseranno tutti gli italiani.

I 12 aumenti di gennaio 2015
Rifacendosi all’universo cinematografico, la CGIA di Mestre li ha definiti «Quella sporca dozzina». Sono infatti 12 gli aumenti previsti per il prossimo anno, che contribuiranno a svuotare il portafoglio dei contribuenti italiani. Quali sono? Eccoveli, uno dietro l’altro:

1) acqua potabile;
2) benzina e gasolio per autotrazione;
3) multe per violazione del codice della strada;
4) tasse automobilistiche dovute anche per gli autoveicoli e motoveicoli ultraventennali di particolare interesse storico e collezionistico;
5) pedaggi autostradali;
6) contributi previdenziali per artigiani e commercianti;
7) contributi previdenziali gestione separata Inps;
8) birra e prodotti alcolici
9) tassazione dei fondi pensione;
10) tassazione sulla rivalutazione del Tfr;
11) riduzione esenzioni sui capitali percepiti in caso di morte in presenza di assicurazione sulla vita;
12) Iva per l’acquisto del pellet.

Scendendo nel dettaglio Giuseppe Bortolussi, segretario della CGIA sottolinea che:

“I soggetti interessati da questi aumenti saranno in particolar modo gli automobilisti e tutte le categorie professionali che utilizzano quotidianamente un’auto o un camion, come i taxisti, gli agenti di commercio, gli autonoleggiatori o gli autotrasportatori. Oltre all’aumento del costo del carburante, dal 1° gennaio scatteranno il ritocco delle sanzioni in caso di violazione del codice della strada, il probabile aumento medio dei pedaggi autostradali fino all’1,5% e le tasse per le auto/moto storiche. Ma coloro che subiranno gli aumenti più preoccupanti saranno le partite Iva iscritte alla sezione separata dell’Inps. Per questi freelance l’aliquota passerà dal 27,72 al 30,72 per cento”.

Ecco la tabella che riassume gli aumenti in arrivo nel 2015:

- Advertisement -

Correlati

2 COMMENTS

  1. Questo pomeriggio sono passato per una cantina vinicola per fare scorta di un po’ di nettare di_vino e lì mi dettero un assaggio: un’ombreta de Raboso trevixan. Cio’, come rinunsiar, el jera talmente bon… E pero’ spunta il solito a dirci: andateci piano perche’ altrimenti se vi fermano mentre guidate vi mettono la multa perche’ UBRIACHI..!!

    Subito femmo un cenno con la testa in forma di approvazione, ma poi subito (forse ci siamo ripresi) io risposi a questi: guarda che noi non ci ubriachiamo col vino, anzi, lavoriamo di piu’, e’ lo stato che ci UBRIACA CON LE TASSE..!! Ci dovrebbe mettere anche in galera proprio per UBRIACHEZZA. A volte anche molesta, quando si reclama negli uffici.

    E tutti a ridere perche’ ero andato vicino alla verita’.

    Capito ormai come ci hanno INQUADRATO..??

    C’e’ un INDOTTRINAMENTO PATRIOTTICO da far invidia ad Adolfo. Lui che li voleva tutti con gli occhi azzurri e con i capelli biondi.

    Basta osservare, con un occhio particolare, i programmi TV e Radio (non parliamo del nero su bianco) per capirla.

    Sto ascoltando dei brutti segnali… voi no..?

    AUGURI

  2. Installare allarmi per difenderci dai LADRI non serve piu’. Nemmeno le INFERRIATE.
    I LADRI hanno cambiato SEDE e STRATEGIA.

    Noi cittadini di uno stato o GABBIA (quindi gia’ inferriati) contro il ladrocinio di stato non possiamo NULLA.
    Dato che lo stato e’ il nostro PADRONE e ai padroni non si comanda mai, dispone come meglio a lui va.
    Ci scassina sia le porte sia le finestre, oltre che le nostre tasche..?
    No.
    Il PADRONE entra e non trova ostacoli, nelle nostre case con le leggi.

    CI RUBA E DERUBA E NON VA MAI IN GALERA..!!

    Quelli sono LADRI letteralmente pero’ IMPUNITI SEMPRE. DA SEMPRE direi.
    Poi non rispettano nessuna legge che e’ stata varata (sembra una nave. Vero? Magari del mare nostrum?) da loro per esempio la carta piu’ bella del mondo (dei ladri).

    O ci si attiva per fermare sti ladri o la SAGA si ripetera’ e in crescendo.

    Qua il MIGLIO non e’ piu’, forse non lo e’ mai stato, in assoluto VERDE.

    Scrivere, riscrivere e parlare (a ruota libera come fa il capo dei capi) non serve a NULLA.
    Ha ragione AD KULO NOSTRUM e noi torto, purtroppo.

    Non serve a nulla. Potete manifestare, scrivere, parlare e duddo quel ghe volede, anche fare i gredini, che noi FACCIAMO QUELLO CHE VOGLIAMO. Appunto, anche DERUBARVI IN CONTINUAZIONE (senza PIETA’) SENZA CHE VOI VE NE ACCORGIATE. Senza suscitare la vostra INUTILE REAZIONE.

    Non invento mai nulla… purtroppo sono piuttosto mona in certe situazioni e su certi ragionamenti.
    Come me, in questa situazione, ne vedo troppi…

    Prima di soccombere vi auguro BUON ANNO e BUONA BEF(F)ANA.

    Meglio ripeterlo:

    SOCCOMBEREMO

    Fine della poesia…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti