CASANOVA, UN VENEZIANO D’EUROPA CHE ANCORA OGGI È UN MITO

di PAOLO L. BERNARDINI Numerosi sono i veneziani che rendono un secolo mirabile, il Settecento. Non solo la triade Algarotti Goldoni  Casanova, che potremmo allargare in un quadrilatero letterario ideale includendovi Lorenzo Da Ponte. La Serenissima nel suo ultimo secolo di vita illumina il Secolo dei Lumi, davvero, in ogni arte, dalla musica alla pittura all’architettura. Con figure stratosferiche, ma alcune ancora tutte da riscoprire, come Benedetto Marcello, che poco ha da invidiare, per me, al suo maestro Vivaldi. Ma per quanto numerosi essi siano, nell’immaginario collettivo del mondo uno solo spicca, divenuto icona classica, trasformato letterariamente in quel che poi davvero non era, Don Giovanni.  E così non posso che lodare lo splendido volume che accompagna la mostra, purtroppo ora chiusa, “Casanova, la passion de la liberté”, presso la Biblioteca nazionale francese.  La mostra mi ha riportato alla mente un’altra analoga, “Il mondo di Giacomo Casanova. Un veneziano in Europa”, che si tenne a Ca’ Rezzonico tra la fine del 1998 e l’inizio del…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Rubriche PensieroLibero