IL PATRIOTTISMO È L’ULTIMO RIFUGIO DEI TASSATORI. CHISSENEFREGA!

di LEONARDO FACCO C’è sempre, quotidianamente, qualche parassita (soprattutto liberale) che, indossati i panni dell’italiano vero (a spese dei contribuenti però), assurge a paladino della lotta contro chi non ama pagare le tasse e, sulla base di qualche studio farlocco, ammonisce: “Dobbiamo stringerci attorno a coloro che combattono l’evasione. Chi evade è un traditore della Patria”.  Di botto, i trinariciuti si levano tutti in piedi ad applaudire ‘sta minchiata, a cui si aggiunge la generale standing ovation del cittadino medio (questuante) con la bava alla bocca procurata dall’invidia. Rossella Orlandi, sostituta di Befera ad Equitalia, si augura anche di peggio, pur di giustificare il suo ruolo di satrapo: “E’ ora di abolire il contante per combattere l’evasione”. Sempre lei, la Grande Sorella, prefigura l’istituzione di un’unica, immensa banca dati che metta insieme, in un solo clic, tutte le spese, i redditi e le proprietà di ogni singolo contribuente. E la farsa si ripete con gli inchini di corte di fronte a cotanto sillabare! Napolitano? Beh, il nume tutelare del tricolore, si scioglie soddisfatto di fronte…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere