COVID, FINLANDIA E NORVEGIA DIMOSTRANO LA CORRETTEZZA DELL’APPROCCIO SVEDESE

di JON MILTIMORE Il “coronavirus è tornato” a tutta forza. Molte nazioni in tutto il mondo stanno assistendo ad aumenti allarmanti di casi e decessi, il cui totale in molti casi supera i massimi raggiunti in marzo, aprile e maggio. Dall’inizio della pandemia, i governi di tutto il mondo hanno cercato di domare il virus. Ma tutti hanno fallito, in misura diversa. Sia che i governi attuino un lockdown draconiano, un lockdown moderato o nessun lockdown, il virus si diffonde. Alcuni paesi che hanno adottato lockdown rigidi sono andati meglio, molti sono andati peggio. Come alcuni hanno sottolineato, il virus non sembra preoccuparsi delle politiche che si mettono in atto. Il Belgio, ad esempio, ha il secondo tasso di mortalità COVID-19 più alto del mondo, anche se ha attuato uno dei più severi lockdown mondiali (81,5 severità). L’Italia e la Spagna hanno avuto blocchi ancora più severi, ed entrambi i Paesi sono anche tra i più devastati dal virus. (L’attuale tasso di mortalità dell’Italia è…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche FuoriDalMondo