“EVADERE”, LIBERTÀ, PECORE E CORONAVIRUS

di LEONARDO FACCO Purtroppo, l’Italia è un paese di pagatori di tasse e, come dico sempre, le pecore stanno bene tosate, soprattutto dopo una sessione elettorale. Eppure, vocabolario della lingua franca italiana alla mano, nonostante aumentino di numero i puritani del politicamente corretto, ecco a voi cosa scrive Treccani in merito al verbo “evadere”: 1- Scappare, fuggire da un luogo in cui si è rinchiusi; 2- In senso figurato: liberarsi, uscire da un ambiente, da un luogo, da una condizione in cui ci si sente oppressi, sciogliersi da legami pesanti; 3- Nell’uso burocratico: sbrigare, dar corso, risolvere: evadere una pratica, un affare; evadere .una domanda, una lettera, dare risposta. Ora, io capisco che il termine evasori – le virgolette son lì apposta – richiami alla mente solo ed esclusivamente il Fisco, la Orlandi e la “guerra” scatenata sin dai tempi di Monti e rilanciata in questi tempi di morbo. E ci mancherebbe non fosse così! Intanto, perché in Italia il sistema tributario è criminale e criminogeno e…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche ControPotere