IL CONTROLLO DEI PREZZI EQUIVALE AD UN ATTACCO ALLA LIBERTÀ DI ESPRESSIONE

di RICHARD M. EBELING Viviamo sempre più in una nuova “era oscura” di ignoranza economica e persino stupidità. Poche cose esemplificano questa tendenza tanto quanto la richiesta di imporre il controllo dei prezzi sulle interazioni di un’infinità di persone nel mercato, sulla domanda e sull’offerta. Esistono poche politiche interventiste del governo che possano interrompere, distorcere e sbilanciare le azioni di decine di milioni, anzi, centinaia di milioni di persone che dipendono una dall’altra per le cose quotidiane della propria vita, tanto quanto il controllo dei prezzi. In California, il legislatore statale ha approvato un sistema di controllo degli affitti valido in tutto lo stato, con lo scopo dichiarato di mantenere ragionevole il costo per l’affitto di un alloggio, come reazione agli elevati costi abitativi locali. Gli Stati e le municipalità di tutto il paese hanno implementato leggi sui salari minimi più elevati fino a 15 dollari l’ora, con lo scopo di garantire un “salario di sussistenza” ai dipendenti meno qualificati. (Vedi il mio articolo “La…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere