FACEBOOK, L’UDIENZA DI ZUCKERBERG E LA SUA COMPLICITÀ CON LO STATO

di JEFFREY A. TUCKER Un commentatore a proposito della audizione di Mark Zuckerberg davanti al Senato ha osservato che l’evento somigliava a una telefonata al servizio tecnico clienti lunga 5 ore. Ed è vero. Se avete mai dovuto fornire supporto tecnico, sapete come funziona. Il cliente è senza speranza, frustrato, ed essenzialmente ignorante riguardo al prodotto. Questo era il Senato. L’impiegato del supporto cerca di organizzare gli argomenti e di restare paziente. Questo era Zuckerberg. Eventualmente, il problema si risolve quando la sua causa diventa assolutamente evidente. Era fin dall’inizio una sciocchezza e risolverla è facile. (Un segreto del supporto tecnico è il tempo della chiamata. Più a lungo il tecnico aspetta a rispondere, più è probabile che il cliente risolva da solo il proprio problema.) È andata così con l’audizione a Facebook. È diventato ovvio che i senatori non sapevano assolutamente nulla su come funziona Facebook, chi possiede i dati, come fa a fare soldi, la relazione tra la piattaforma e l’App, cosa significa una violazione…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere