I PARASSITI NON SOLO RAPPRESENTANO LE TASSE, MA ANCHE GLI SPRECHI

di LEONARDO FACCO Nel corso degli anni, vi abbiamo messo a conoscenza di mille ed una ragione per cui evadere le tasse è solo legittima difesa. Oggi, ne aggiungiamo un’altra, tanto attuale quanto importante, visto che riguarda quella categoria di lavoratori che – secondo qualche benpensante italico – son quelli che non possono evadere le tasse perché dipendenti pubblici, ma che secondo i migliori autori libertari sono null’altro che “le tasse stesse”, considerato che il loro stipendio è frutto non di lavoro e produzione di ricchezza, ma di estorsione del frutto del lavoro altrui. Quante volte in quest’ultimo decennio avrete letto titoli come questi: “C’è chi timbra il cartellino ed esce subito dopo, chi sbriga in ufficio le pratiche dei suoi clienti privati. Addirittura chi accetta consulenze su progetti che poi dovrà valutare per conto dell’Amministrazione. Sono i dipendenti pubblici che svolgono il doppio lavoro senza aver ottenuto l’autorizzazione. E in questo modo causano un grave danno all’erario”.  Il settore degli sprechi nella spesa pubblica…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche ControPotere