IL DISASTRO ECONOMICO CONTINUA: ORA IL VENEZUELA É PIU POVERO DI HAITI

Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!

di FRANCO CAGLIANI La valuta venezuelana si è svalutata in media dell’1,3% al giorno rispetto al dollaro americano, durante i primi 30 giorni di negoziazione di quest’anno, come rivelato dalla Banca Centrale (BCV). Stando alla prima quotazione ufficiale dell’anno, pubblicata il 4 gennaio dall’ente emittente, un dollaro valeva 1.114.769 bolivares, mentre il 4 febbraio scorso, il prezzo della valuta nordamericana è stato di 1.828.405 bolivares. Questo aumento del 64,02% non fa altro che incentivare la dollarizzazione della vita nell’ultimo anno. Se le percentuali di cui corrispondono ai dati ufficiali della Banca Centrale Venezuelana, in Venezuela esiste ul mercato parallelo delle valute, i cui dati mostrano una svalutazione del bolivar di oltre l’80% sul dollaro, dall’inizio del 2021. Nel mese di Dicembre del 2020, il bolivar si è deprezzato del 95,30%. Conseguentemente, il salario minimo, il cui importo è fissato per legge, nel 2020 equivaleva 3,21 dollari al mese e, nonostante gli aumenti decisi dal governo è stato consumato dall’inflazione e dalla svalutazione ed ora si…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!
Rubriche FuoriDalMondo