IL GOVERNO NON CONTROLLA SÉ STESSO, MA ALLA GENTE FREGA NIENTE

di VERONIQUE DE RUGY Recentemente ho partecipato a un’audizione al Senato sulle politiche implementate con il CARES act. Testimoni e membri del Congresso hanno dedicato molto tempo a lodare il valore della vigilanza sul governo e ad affermare il loro desiderio di maggiore trasparenza. Anch’io sono una grande fan della trasparenza e della vigilanza. Inoltre, non c’è niente che vorrei di più che vedere politici e burocrati ritenuti responsabili delle loro azioni. Ma ho smesso da tempo di credere che maggiori e migliori dati sui programmi governativi e sulle azioni dei politici portino inevitabilmente a un governo più piccolo, o addirittura migliore. In primo luogo, lasciatemi dire l’ovvio: non importa quale sia il programma – che sia per l’edilizia abitativa, l’istruzione, la difesa nazionale, eccetera – la disattenzione e la disonestà con il denaro dei contribuenti sono all’ordine del giorno. Ogni scandalo sembra diverso da tutti gli altri superficialmente, ma nel merito tutti gli scandali sono uguali. Se li guardate da vicino scoprirete che per…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche ControPotere