lunedì, Agosto 15, 2022
21.2 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Il referendum catalano sveglia zaia: “faremo il referendum in veneto”

Da leggere

ZAIA VENETOdi GIANFRANCO FINEZZI

Non appena i media parlano di questioni indipendentiste, Luca Zaia si sveglia dal sonno politico indipendentista e chiama a raccolta i giornali per rilasciare qualche dichiarazione. L’enormità storica dell’evento catalano, di domenica scorsa, ha dato la sveglia al governatore veneto che ha affermato che «la consultazione popolare sull’indipendenza del Veneto, anche alla luce di quanto accaduto ieri in Catalogna, è un punto fermo da cui non si torna indietro». 

I due milioni e passa di catalani accorsi alle urne, hanno stimolato Zaia che ha anche dichiarato: «Un risultato eccezionale. nonostante l’amarezza di non aver visto la celebrazione di quel referendum ufficiale più volte annunciato. Resta, comunque, un grande risultato politico, che dimostra una volta di più la volontà di un popolo, quello catalano, che confermando la sua storia di indipendentismo, ha dato ieri un forte segnale di libertà e di democrazia».

Infine: «Quanto sta accadendo in Catalogna, in aggiunta alla vicenda scozzese indica decisamente la via che il Veneto deve seguire. C’è molto da lavorare, ma la strada è esattamente questa. Purtroppo noi dobbiamo fare i conti con un Governo che, secondo la più bieca logica centralista, ha impugnato le leggi approvate dal Consiglio regionale del Veneto lo scorso giugno, finalizzate a indire un referendum consultivo sull’autonomia e uno sull’indipendenza della nostra Regione. Un atteggiamento che definire scandaloso è poco».

Ora, non resta che attendere quel che succederà intorno alla Legge regionale 16 ed all’eventuale svolgimento del referendum in Veneto, 16 milioni di euro da raccogliere permettendo…

- Advertisement -

Correlati

4 COMMENTS

  1. @Caterina
    ma perfavore, plebisicto E’ del solo busato (o te?) con il SUO conto corrente per far donazoni, con un SONDAGGIO incertificabile.
    sito di suoi articolo in italiano che parlano dell italia dopo tanti bla bla che il veneto è proclamato libero indiendente da 9 mesi !!! capisco restar sciocchi un po di mesi abbagliati dalla speranza, ma ad un certo punto darwin awards

    • la certificazionel’abbiamo data noi coi voti di tutti gl’indipendentisti veneti prima che nascessero le varrie conventicole e la speranza era stata diffusa dai principali attori sulla scena…
      Per il resto, la commissione di controllo chiedeva sette mesi di lavoro che si sono protratti per il ricovero ospedaliero del presidente…ma si sa, le commissioni sono uguali in tutte le parti del mondo, si sa quando cominciano il lavoro e non quando finiscono, anche se sembra che l’attesa stia per finire…
      Chi aveva altri scopi magari inconfessabili ha tutte le arti degrigratorie a disposizioni, compresi i media nazionali che continuiamo a pagare tutti anche se sappiamo che sono al servizio della politica imperante…
      perciò non troviamo scuse… colpevoli sono i capi e capetti che pur sapendo che anche i loro fans hanno votato fanno finta che non sia così, e li tradiscono… ci pensino e si mettano una mano sulla coscienza!

  2. 16 milioni per un referendum in Veneto.
    ma quanto son costati quelli in tutt italia sulla caccia, l acqua etc ? venti volte tanto ?

    ci son i scrutatori volontari non pagati, le schede regalate dalla tipografia … azz costano le matite e tener aperte le scuole.
    senza contare che nella bellissima e-stonia il voto digitale CERTIFICATO è realtà (altro che busato)

    • è per questo che Plebiscito.eu con Busato in testa sta andando avanti nel predisporre quanto necessario per rendere operativa e concreta l’indipendenza del Veneto che è stata dichiarata con emozione ed esultanza dopo il clamoroso risultato del referendum digitale conclusosi il 21 marzo scorso…
      è l’unica realistica opzione in campo e se ne dovrebbero rendere conto le decine di movimenti indipendentisti che pensano solo a rendersi visibili in vista della tornata elettorale di elezioni italiane… chissà cosa si aspettano…una poltroncina per loro naturalmente…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti