IL SOCIALISMO DELL’ANNO 2000: UNA DISTOPIA ITALIANA DI FINE OTTOCENTO

di PAOLO L. BERNARDINI Navigando tra libri e autori dimenticati ci si imbatte spesso in notevoli sorprese. Una di queste è “Nel 2000 ossia del futuro socialismo. Esame critico popolare”, autore Roberto Puccini, editore la Scuola Tipografica Salesiana di Firenze, anno di pubblicazione il 1897, un libretto piccolo e denso. Roberto Puccini non è autore conosciuto, anzi il suo nome non compare neppure nel “Dizionario biografico degli italiani”. Canonico a Pistoia, docente in Seminario e fondatore del “Circolo di studi sociali”, Puccini scrisse diverse opere nell’alveo della sociologia cattolica di fine Ottocento e primo Novecento, ed è noto soprattutto per il suo diuturno rapporto con un personaggio questo sì notevole, Giuseppe Toniolo, figura fondamentale della dottrina sociale cattolica di fine Ottocento, ispiratore di un cattolicesimo “impegnato” che almeno in Veneto, sua terra natale, è ben attivo e coltivato fino ad oggi (si pensi proprio ai personaggi centrali del “Partito dei Veneti”). Il libro è rarissimo, ma si inserisce bene in due filoni, il primo quello…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere