ITAGLIA ED IMPRESE, CON CERTA GIUSTIZIA MEGLIO FARE IL NERO

Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!

DI MAURO GARGAGLIONE

GIUSTIZIA EUROPEALa UE fece una legge che imponeva il pagamento dei fornitori a 60 giorni e impose agli stati membri di recepirla. L’Italia lo ha fatto aggiungendo la postilla “salvo accordi tra le parti”. Ciò vuol dire che se non accetti il pagamento a 120 giorni d.f., f.m., s.c.v. (se c’ho voglia) io non ti faccio l’ordine e comprerò da qualcun altro. 

Se ricordate, le amministrazioni pubbliche erano esentate dall’obbligo di pagare entro un certo tempo, infatti le aziende che ci lavorano continuano a fallire perché non ricevono i quattrini dovuti. Le due situazioni, aziende pubbliche e private, sono però del tutto diverse e la legge europea, se non fosse stata neutralizzata dalla postilla galeotta, le avrebbe regolate al contrario.

Lo stato non si deve intromettere nelle trattative tra aziende private mentre deve garantire le proprie obbligazioni in modo tale da non danneggiare i fornitori per il semplice motivo che l’amministrazione pubblica paga coi soldi delle tasse che ha imposto ai cittadini. Invece sarebbe successo il contrario, io avrei potuto fare causa alla Danone mentre sarei rimasto senza armi nei confronti di un ente pubblico che non mi paga.

La realtà comunque è ancora peggiore, chi avanza soldi in forza di un contratto regolarmente accettato tra le parti, non ha di fatto armi per difendersi neanche tra privati. L’ inesistente giustizia civile e commerciale (una causa per ottenere il dovuto che dura anni e anni rende la giustizia di fatto inesistente) è uno dei motivi per i quali tante aziende estere non vengono a investire in Italia. Troverebbero clienti che non pagano e dovrebbero spendere un patrimonio di avvocati per non avere giustizia.

Uno dei vantaggi delle transazioni in nero è anche la certezza di essere pagati per il lavoro svolto o la fornitura consegnata. Sfortunatamente la quota di nero riguarda solo le prestazioni personali perché quando ci sono coinvolti scambi di “oggetti” è molto difficile ottenerli senza fattura dal produttore, che è sotto la lente della GdF. Ci si riesce in minima parte purtroppo.

Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!
Rubriche Denari