KYOTO E RISCALDAMENTO GLOBALE? UN IMMENSO SPRECO DI RISORSE

di BIØRN LOMBORG Il riscaldamento globale è divenuto la maggiore preoccupazione ambientale dei nostri giorni. Vi sono pochi dubbi che il genere umano abbia influenzato le concentrazioni atmosferiche d’anidride carbonica, e che questo a sua volta abbia un effetto sulla temperatura: ma dobbiamo distinguere le iperboli dalla realtà allo scopo di compiere scelte razionali per il futuro. La temperatura media globale è aumentata di circa 0,6°C nell’arco dello scorso secolo, ed è probabile che ciò sia dovuto in parte a un effetto serra antropogenico. Tuttavia, l’impressione che vi sia una cesura netta rispetto a quanto accadeva nei secoli precedenti è senz’altro fuorviante. Le ipotesi sulla sensibilità del clima ai gas serra avanzate dall’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), che prevedono un innalzamento della temperatura tra 1,5 e 4,5°C, non hanno subito modifiche negli ultimi 25 anni. Questo indica una completa inadeguatezza del modello. Coi suoi nuovi 40 scenari, l’IPCC ha esplicitamente rigettato l’idea di prevedere il futuro. Al contrario, ci ha fornito favole scritte al…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche CronacheVere