LA FOLLIA DEL “GRANDE RESET” E LE DEMENZIALI MISURE CONTRO IL COVID

Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!

di RON PAUL Il fondatore e presidente esecutivo del World Economic Forum, Klaus Schwab, ha proposto di utilizzare la reazione eccessiva al coronavirus per lanciare un “Great Reset” a livello mondiale. Questo grande resettaggio riguarda l’espansione del potere del governo e la soppressione della libertà in tutto il mondo. Schwab immagina un sistema autoritario in cui le grandi imprese agiscono come partner del governo. Le grandi imprese eserciterebbero i poteri di monopolio concessi dal governo per massimizzare il valore per gli “stakeholder”, invece che per gli azionisti. Le parti interessate includono il governo, le organizzazioni internazionali, l’azienda stessa e la “società civile”. Naturalmente, i burocrati governativi ei politici, insieme a potenti interessi speciali, decideranno chi sono e non sono gli stakeholder, cosa è nell’interesse loro e quali misure devono intraprendere le aziende per massimizzare il valore per gli stakeholder stessi. I desideri delle persone non sono la priorità. Il “Great Reset” amplierà notevolmente lo stato di sorveglianza tramite il monitoraggio in tempo reale di tutti noi. Inoltre…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!
Rubriche ControPotere