L’EPICO TRIONFO DEL LIBERALISMO E IL SUO TRAGICO TRADIMENTO (1)

di DAN SANCHEZ Tre anni fa, il New York Times si chiedeva se fosse finalmente arrivato “il momento libertario”. Da allora, non abbiamo visto alcuna rivoluzione libertaria, il che ha portato molti a chiedersi se il momento libertario non sia di fatto arrivato… e già passato. Forse, pensano costoro, hanno avuto la loro audizione per American Idol, la loro performance è stata scadente, e sono stati rimandati a casa: fine della storia. In un certo senso, inquadrare le cose in questo modo è stupido. Avrebbe senso se i libertari fossero una strampalata setta dalle idee sgangherate, che ha in qualche modo ottenuto una attenzione sproporzionata a livello nazionale, e una chance di quelle che si hanno una sola volta nella vita per appropriarsi delle redini del potere: come quando la presidenza del Sud Corea è stata vinta da un membro della Chiesa della Vita Eterna. Poiché questo presidente è stato recentemente costretto a lasciare l’incarico, sicuramente il “momento della Chiesa della Vita Eterna” è venuto…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche PensieroLibero