MASCHERINE OBBLIGATORIE, ECCO LA DENUNCIA CONTRO ZINGARETTI

di REDAZIONE

Ormai, il delirio di onnipotenza a cui si appellano gli amministratori locali sta portando a scelte e decisioni che riducono a brandelli la libertà. E’ il caso, ad esempio, di Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, e della sua decisione di imporre la mascherina a chiunque, a tutte le ore, all’aperto.

Ora, non solo l’uso della mascherina è perfettamente inutile, ma rappresenta, di contro, un grave rischio per la salute. La mascherina impedisce la respirazione naturale e determina ipossia, ipercapnia e facilita l’acidificazione del corpo deprimendo il sistema immunitario e il suo corretto funzionamento. (VEDI QUI).

Le mascherine, pertanto, facilitano la contrazione di qualsiasi malattia virale, compresa la SARS-COV-2. L’obbligo di uso generalizzato delle mascherine costituisce, quindi, la minaccia di un male ingiusto sostenuta dall’apparato poliziesco a disposizione della Regione Lazio.

L’obbligo delle mascherine viene, inoltre, sistematicamente perseguito attraverso la creazione di un clima di terrore. Lo scopo evidente è quello di convincere la popolazione dell’esistenza di un rischio gravissimo, che dati alla mano non sussiste, allo scopo di indurre tutti ad azioni inutili e dannose con la sola finalità del calcolo politico e della istituzione di figure carismatiche il cui scopo è quello di presentarsi, senza alcuna giustificazione, come salvatori della salute pubblica.

A seguire, la denuncia contro Zingaretti redatta dall’avvocato Alessandro Fusillo: QUI LA Denuncia a Zingaretti

Rubriche CronacheVere