MESSICO: PERSA LA FIDUCIA NELLO STATO, ALCUNE CITTÀ STANNO SECEDENDO

di RYAN MCMACKEN Questo mese, il New York Times ha raccontato un aspetto del Messico degno di nota. In un articolo intitolato: “Avendo perso la fede nello Stato, alcune città messicane si stanno silenziosamente separando” scopriamo che alcune municipalità del Messico stanno attuando delle secessioni de facto con lo scopo di arrestare la rampante violenza dei cartelli della droga che è diventata oltremodo problematica: Tancítaro rappresenta un trend silenzioso ma significativo in Messico, dove una manciata di città è impegnata di fatto in una secessione, parziale o totale. Questi sono atti di disperazione, che rivelano quanto la polizia e i politici messicani siano visti come parte delle minacce. Provate a visitare tre di queste enclave — Tancítaro; Monterrey, una ricca città commerciale; e Ciudad Nezahualcóyotl, appena fuori dalla capitale — e troverete un percorso riconoscibile. Ciascuna di esse è un paradiso di relativa pace in mezzo alla violenza, il che suggerisce che la loro diagnosi del problema sia corretta.  Ma come mai queste aree sono diventate più sicure?  Tutte…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo