MICHIGAN, DIVIETI COVID DEL GOVERNATORE INVALIDATI GRAZIE A 3 MEDICI DI BASE

di ANDREW P. NAPOLITANO “Se le disposizioni della Costituzione non vengono rispettate sia quando infastidiscono che quando confortano, tanto vale vengano abbandonate”. (Justice George Sutherland 1862-1942) Alla fine della scorsa settimana, la Corte Suprema del Michigan ha invalidato gli ordini esecutivi pandemici del governatore Gretchen Whitmer, così come lo statuto su cui si basavano tali ordini. Si tratta di una schiacciante vittoria della libertà individuale in una società libera, eccezionalmente gratificante per quelli di noi che credono che gli Stati Uniti e le costituzioni statali vadano interpretate per quello che dicono. Gli ordini di Whitmer erano i più draconiani dell’Unione e numerosi sforzi per rimuoverli dai tribunali statali sono falliti, fino a quando tre medici di base non hanno fatto causa al governatore in un tribunale federale del Michigan. Il giudice federale a cui era stato assegnato il caso per questioni di diritto ha coinvolto la Corte Suprema del Michigan. Questa è una procedura usata raramente, che i giudici federali impiegano quando hanno bisogno di…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche FuoriDalMondo