MONETA INTERA, SONORA SCONFITTA NEL REFERENDUM SVIZZERO

di REDAZIONE

L’iniziativa popolare “Per soldi a prova di crisi: emissione di moneta riservata alla Banca nazionale! (Iniziativa Moneta intera)” è ufficialmente stata respinta. La maggioranza dei 26 Cantoni ha bocciato il testo. Secondo una seconda proiezione realizzata dall’istituto gfs.bern su incarico di Srg Ssr, pubblicata poco fa, il 75% degli elettori ha detto no alla proposta di dissociare la creazione monetaria dal credito.

I sostenitori di “Moneta intera” proponevano che, oltre al denaro contante, anche la moneta scritturale dei conti bancari venisse emessa esclusivamente dalla Banca nazionale svizzera (Bns). Le normali banche non avrebbero più potuto emettere moneta attraverso la concessione di crediti.

Alla Banca centrale sarebbe spettato il compito di mettere in circolazione denaro “non gravato da debito”, quindi senza alcuna contropartita, fornendolo direttamente alla Confederazione, ai Cantoni oppure alla popolazione.

CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo