OGNI RISORSA MARINA APPARTIENE A COLUI CHE LA TROVA

di ENRIQUE GHERSI Quello sui diritti dei depositi minerali è un argomento al quale le convenzioni del mare hanno dedicato grande attenzione, anche se da una prospettiva incentrata soprattutto sul controllo. Data la quantità di interessi in conflitto, si potrebbe pensare che sia un’area troppo delicata per aspettarsi uno sviluppo spontaneo. Tuttavia, la storia insegna che di solito è proprio nelle aree complesse che l’interazione umana è maggiormente capace di produrre effetti giuridici imprevisti. Robert Taylor afferma che “molti studiosi liberali sostengono che se i beni comuni come la piattaforma continentale e le vie d’acqua interne fossero in proprietà privata, i proprietari avrebbero un forte incentivo pecuniario per prevenire l’eccessivo sfruttamento utilizzando il loro diritto di esclusione”. Il fatto che il funzionamento del regime di libera impresa crei molteplici esternalità sull’ambiente non è sufficiente a condannare il sistema in quanto tale. Piuttosto, è la prova contraria del fatto che il contesto istituzionale in cui operano le nostre società occidentali non è realmente un sistema di…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche PensieroLibero