martedì, Settembre 27, 2022
17.9 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Padoan: “pagare le tasse è necessario per il bene di tutti”

Da leggere

padoandi MATTEO CORSINI

Il ministro Padoan: “Pagare le tasse è necessario per il bene di tutti”. Nei giorni che intercorrono tra il primo turno e i ballottaggi alle elezioni amministrative, ho l’impressione che il ministro dell’Economia abbia ricevuto mandato da Renzi di battere il tasto sulle riduzioni di tasse attuate (quali?) e, soprattutto, da attuare nei prossimi anni. Il primo turno è stato piuttosto deludente, quindi occorre aumentare il consenso.

Mentre le promesse di riduzioni di tasse aumentano progressivamente, resta il dettaglio delle clausole di salvaguardia che prevedono aumenti di Iva e accise per oltre 15 miliardi l’anno prossimo qualora non si trovi una copertura sostitutiva, ma evidentemente la cosa non preoccupa il governo. Alla domanda se, come ebbe a dire Tommaso Padoa-Schioppa, pagare le tasse sia una cosa bella, Padoan ha risposto con le parole che ho riportato. Si tratta di un’affermazione che, personalmente, trovo meno indisponente di quella del suo predecessore, ma che non può essere vera.

Che ci sia chi paga il conto è ovviamente un bene per chi è consumatore netto di tasse, perché altrimenti verrebbe meno una parte dei benefici (monetari e non) di cui gode. Dubito, però, che possa dirsi che sia un bene per tutti, perché “tutti” include anche i pagatori netti di tasse, tra i quali è lecito supporre che ci sia anche chi non ritiene affatto che pagare le tasse gli faccia bene. Io, per esempio, non credo che le tasse mi facciano bene. Anzi, mi provocano un certo malessere. E siccome io esisto, significa che il bene è, come minimo, per “tutti meno uno”.

Ma ho la sensazione di essere in numerosa compagnia.

- Advertisement -

Correlati

1 COMMENT

  1. La solita confusione fatta ad arte.
    Essa si fonda su un malinteso malevolo.
    E ,cioè, che lo stato siamo noi tutti.
    Ed allora, in nome di uno spirito redistributivo socialista , violento e liberticida, ecco che il potere ci comunica che le tasse fanno bene a tutti.
    In realtà non è così, come ben sappiamo in questo giornale.
    Lo stato sono loro, le tante caste, tutte di origine politico-delinquenziale.
    Noi siamo il mezzo per il loro strapotere, per i loro abusi, per il loro privilegio smaccato.
    Io non sono rappresentato da questo stato.
    I politici non sono miei amici, e non hanno mai fatto il mio interesse.
    Mi hanno sempre ingannato e tentato di derubarmi, appunto, tramite la coercizione fiscale.
    Le tasse non fanno bene ai cittadini, perché li trasforma in sudditi impauriti ed impoveriti.
    Le tasse fanno bene solo allo stato ed ai delinquenti che lo compongono e lo infestano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti