venerdì, Aprile 16, 2021
12.4 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Piero angela: l’italia è un paese morto! ed ha ragione

Da leggere

di REDAZIONE

In una lunga intervista rilasciata mesi fa all’Huffington Post, Piero Angela parla della sua infanzia, della sua vita e della sua carriera. Dell’intervista integrale (che potete leggere qui), riportiamo 3 domande che interessano i lettori di questa rivista. Eccole:

Cosa può fare la politica?

In tutta la storia dell’umanità, la politica non ha mai creato ricchezza. La rivoluzione industriale è un prodotto della tecnologia. E il miracolo economico italiano degli anni sessanta non è merito della Democrazia cristiana. Sono l’innovazione, la ricerca, la competenza, il talento, la creatività, l’istruzione, che creano il valore aggiunto. L’Italia non lo fa da quindici anni. Il nostro sistema è congegnato per bloccare le energie produttive.

Abbiamo delle responsabilità anche noi italiani?

Quando ero bambino, non mi hanno mai detto che ero titolare di diritti. Avevo molti doveri. Se li rispettavo, venivo premiato. Altrimenti, venivo punito. In Italia oggi – nella famiglia, nella scuola, nella società – tutti vogliono tutto. Nessuno è più educato a pensare che per avere qualcosa prima deve essere disposto a offrire qualcos’altro in cambio.

E allora il problema è più serio.

Il problema dell’Italia è un problema morale, che non si può risolvere in cinque minuti. Ogni giorno leggiamo di casi di corruzione. Non sono solo politici, palazzinari, delinquenti: sono anche avvocati, giudici, uomini della guardia di finanza, dipendenti pubblici che truffano lo stato per cui lavorano. Non ci sono punizioni per chi sbaglia. E non ci sono premi per chi merita. Un paese così non può funzionare. È un paese morto.

What else?

Correlati

8 COMMENTS

  1. Il buon Piero Angela sostiene che ci sarebbe “un problema morale”: messaggio molto pericoloso, perché sottintende: “Il sistema è valido, sono le persone immorali che ne causano il cattivo funzionamento”. E invece l’opposto: sono la politica e lo Stato che, entrando fallosamente a piedi giunti nell’economia, finiscono col premiare i sevi, lasciare impuniti i colpevoli e mortificare il merito. Consiglierei a Piero Angela di leggere o rileggere Von Mises e Von Hayek.

  2. Nata male e vive peggio. Ormai siamo tutti ripetenti perche’ non possiamo farne a meno se parliamo dell’italia.
    Non cambia nulla se non in peggio per cui a che serve andare a votare..?
    Serve solo a legittimare la BANDA DEI QUATTRO.
    Quindi e’ colpa nostra. Non vogliamo DISINCANTARCI e quindi non vogliamo la VERITA’ ma l’illusione, l’OLOGRAMMA ITALIA.
    Vero anche quel che dice Piero Angela che a far fare il progresso italiano e’ stato solo la gente, comune e non i dirigenti politici e o tatali.
    Come in certe multinazionali o comunque grandi imprese: sono i dipendenti che lavorano con impegno e serieta’ a far che tutto giri per il meglio.
    Voglio vedere io un asino che ha un cocchiere bravissimo se va dove vuole o se e’ l’asino che lo porta dove vuole.
    Certo, a suon di bastonate forse ci riesce.
    Togliete la voglia di lavorare ai verneti, voi con le vostre politiche del kax. Scrivevo e gridavo in tempo non sospetti.
    Ai veneti, parlo per noi veneti e per gli altri parleranno altri, basta dir loro: bisogna fare questo o quello. Loro di sicuro, testa bassa, lo faranno.
    E’ nella loro INDOLE IL LAVORO, anche a gratis.
    Oggi poi che si sta meridionlizzando e meglio africanizzando, la fine sara’ davvero prossima.
    Eppoi, anche i veneti si sono accorti che l’aver dato non e’ servito a nulla: tutto buttato alle ortiche…
    Mai esistita l’italia sebbene la citino anche quando non c’era per davvero.
    E se si condiderava penisola non era fino alla Svizzera e in Austria.
    Ma il concetto di penisola = allo stato italiano (comprese le isole) fa parte della politica estremamente SPORCA.
    Come la dieta e il clima che devono essere per forza di cosa mediterranei.
    Cioe’ come in Egitto, in Libano, in Israele, in Turchia, in Grecia, in Libbia e ecc…?
    La nebbia padano-veneta e’ davvero mediterranea..?
    E cosi’ con gli ALPINI… tutti alpini se cittadini italiani.
    Non solo morta ma anche tanto sottoculturata.
    E ovviamente basta un pallone e tutti si diventa fratelli. Per l’inno maschilista.
    E le donne..? In che angolo di quel mamelucolo inno le mettiamo..?
    Sta scritto:
    DAI FATTI LI RICONOSCERETE..!
    Bacio le mani…

  3. Non può morire chi non è mai vissuto. L’italia è un invenzione, una fantasia o meglio un incubo di quelli che vengono dopo aver mangiato troppo e male…

    • complimenti!… sintetizzata in due righe la verità sacrosanta evidente a tutti meno che a quelli che sulla menzogna fondano la loro fortuna… e continuano a imbrogliare tutti gli altri che siamo noi poveri vittime cittadini inermi!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli recenti