IL REFERENDUM AUTONOMISTA E LE IMPLICAZIONI PER L’INDIPENDENTISMO VENETO

di ALESSANDRO MORANDINI I partiti indipendentisti veneti non hanno ottenuto, recentemente, importanti successi elettorali: perché? Ci si può accontentare sottolineando il fatto che la Lega Nord ha monopolizzato, nel corso degli anni 90 e dei primi anni del 2000, la rappresentanza del desiderio di indipendenza ed oggi continua a beneficiare di questo vantaggio anche se ha rinunciato all’obiettivo originario. Il comportamento elettorale è, però, un fatto interessante e complesso; fatto che i leader dei partiti indipendentisti che si accontentano di risolvere la questione con la suddetta constatazione sembrano non voler affrontare; evitando quindi di misurarsi con le passioni, le idee, gli orizzonti, le motivazioni che muovono gli elettori (a cui attribuiscono difetti di vario genere: scarso coraggio, mancanza di razionalità etc.). Non si vuol dire, con ciò, che i politici dei piccoli partiti indipendentisti dovrebbero possedere una capacità di lettura molto precisa del funzionamento della società: il leader politico è bravo nella misura in cui riesce a rappresentare una qualche istanza, ideologia, desiderio o interesse…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche PensieroLibero