Referendum Veneto: ora il Consiglio regionale “deve” votare

di GIANLUCA MARCHI Matteo Salvini ieri ha dichiarato che nel week-end scorso sono state raccolte 100mila firme a sostegno del referendum per l’indipendenza del Veneto e che Roma teme a tal punto ciò che sta avvenendo da aver messo il silenziatore mediatico all’iniziativa. Che questa seconda considerazione sia corrispondente al vero lo dimostra il silenzio che i media nazionali hanno sempre tenuto in ordine al cammino referendario, nonostante questo sia iniziato dall’autunno 2012. L’atteggiamento centralista era ed è da ritenersi scontato, e così continuerà a essere finché non si dovesse prendere coscienza che i Veneti vogliono realmente andare al referendum: a quel punto, siamone fin d’ora certi, comincerà l’opera di demonizzazione per spaventare i cittadini. Fin qui niente di nuovo sotto il sole… Veniamo alle 100mila firme: sono reali o gonfiate? L’interrogativo sinceramente non ci appassiona più di tanto. La sostanza è che la Lega salviniana ha promosso l’iniziativa e oggi si dichiara altamente soddisfatta per la risposta dei Veneti, leghisti e non. A questo…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche Il Meglio della Settimana L'Editoriale