giovedì, Agosto 5, 2021
21.4 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Vaccinare ragazzi e bambini è un azzardo assoluto

Da leggere

di FRANCO CAGLIANI

Il principale studio per quanto riguarda la vaccinazione “anti-Covid” dei bambini è stato pubblicato dal New England Journal of Medicine (studio del New England Journal of Medicine) e dimostra che siamo, praticamente, di fronte ad un crimine contro l’umanità.

Le ragioni? Eccole:

  • 1. Non è stato fatto alcun prelievo sierologico, ma solo PCR di cui sappiamo che l’errore va dal 40 al 96%. Peraltro al punto 6) più sotto dimostriamo che sono stati utilizzati test del tampone molecolare tutti a CT superiore a 45 cicli.
  • 2. Un bambino su 1000 ha rischiato di morire di quelli trattati con il vaccino (uno nel gruppo placebo ha avuto un appendicite che non c’entra nulla con il rischio da COVID): 1 su 1000 è un numero enorme per soggetti il cui rischio di morte per Covid 19 è pari allo 0,00…%
  • 3. Nessuno studio secondario è stato fatto sull’interazione farmacocinetica, genotossicità, cancerogenicità ecc, ovviamente non c’era tempo sufficiente essendo carne da macello
  • 4. Sono stati esclusi dalla verifica chi non presentava sintomi da covid (alla faccia degli asintomatici).
  • 5. Sappiamo che il farmaco si concentra principalmente nelle OVAIE e nei TESTICOLI.
  • 6. Il metodo per determinare la positività è descritto QUI.

In particolare dovevano avere una malattia acuta respiratoria (ALLA FACCIA DELLA ASINTOMATICITA’) e nel caso fatto il tampone con una delle tre metodiche : RT-PCR Cepheid Xpert Xpress SARS-CoV-2 o Roche cobas SARS-CoV-2 real-time RT-PCR o Abbott Molecular/RealTime SARS-CoV-2.

Prendiamo il primo (VEDI QUI): la positività viene confermata con un numero di cicli di replicazione CT che rientra nel range di validità di 45 cicli, ma sappiamo che sopra i 24 cicli di CT il test non ha alcuna valenza. Raccontare che il siero genico funziona al 100% sui ragazzi utilizzando una metodica così scadente è un abominio scientifico, peraltro fa correre dei rischi a breve termine molto più alti della malattia che dovrebbe evitare e non sono stati verificati gli effetti a medio-lungo termine, i cui dati su soggetti giovani sono imperativi.

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisement -

Articoli recenti

error: Content is protected !!