ZHU HAIJIU A VIENNA, L’ECONOMIA AUSTRIACA SPIEGATA DA UN CINESE

di ALESSANDRO FUSILLO L’ottava conferenza dedicata alla scuola austriaca di economia – per intenderci, quella che, secondo il Signor Michele Boldrin non esiste – è stata un grande successo. Nell’improbabile scenario della Banca Centrale Austriaca la conferenza ha richiamato economisti e studiosi da tutto il mondo, molti anche giovani e giovanissimi, a testimonianza della vivacità intellettuale della Scuola Austriaca e dell’interesse che ormai riesce a destare in tutto il mondo. Molto indovinato anche l’hashtag #itscominghome2019 che sottolinea come la Scuola Austriaca, dopo quasi un secolo, abbia trovato, per così dire, la strada di casa e sia tornata nell’atmosfera cosmopolita della capitale austriaca che l’aveva vista nascere nelle discussioni accademiche dei seminari privati che animavano la vita dei caffè del Ring. Uno dei partecipanti che hanno destato maggiore interesse è stato il Professor Zhu Haijiu dell’università di Gongshang. Zhu è autore di dieci pubblicazioni dedicate a varie tematiche di economia austriaca e pubblica in media cento articoli accademici ogni anno. Il dipartimento di economia dell’università di…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo