sabato, Ottobre 1, 2022
18.6 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Ecco il 238° segnale della ripresa: brutto crollo del commercio in sardegna

Da leggere

COMMERCIO: SALDI; SHOPPING DA 8,2 MLD, 340 EURO A FAMIGLIAdi LUIGI CORTINOVIS

Hanno dato a me l’ingrato compito di scrivere l’ultimo articolo del 2015 per il MiglioVerde, così, giusto per augurarvi una buone fine anno. Ad augurarvi un buon inizio ci penserà il direttore.

Ebbene, eccovi l’ultimo segnale dell’anno di questa inarrestabile ripresa. Crolla il commercio in Sardegna: tra il 2011e il 2015 il saldo tra aperture e chiusure di imprese nel commercio in sede fissa, servizio bar e ristorazione nell’Isola è di -4227. Un successone.

È il dato messo in luce dall’Osservatorio Imprese di Confesercenti che evidenzia quanto, per il quinto anno consecutivo, si registra una contrazione importante che ha messo ormai in ginocchio il comparto. La crisi, secondo Confesercenti, «Non è affatto passata e la tendenza che purtroppo è diffusa in tutta Italia, in Sardegna e nei centri cittadini è sempre più evidente». Tra le categorie più colpite: abbigliamento e scarpe 109, carni fresche 29 e ortofrutta -17. Il saldo negativo di bar bar e ristoranti è di -162.

«Nonostante tutti i vari proclami di uscita dalla crisi, sul mercato reale non traspare tutto questo entusiasmo, – afferma il presidente di Confesercenti Sardegna Marco Sulis – nei giorni precedenti le festività natalizie si è assistito ad un risveglio della popolazione alla ricerca dell’ affare, quindi acquisti di basso costo. Anche se il comparto abbigliamento resta stagnante. La sensazione che hanno avuto gli operatori del commercio da parte degli utenti è quella del ‘Vorrei ma non possò peggiorata dal preannunciato aumento delle varie addizionali Irpef e Irap non fanno bene ne agli umori ne al portafoglio». 

Beh, agli umori del portafoglio dei parassiti d’Italia piacciono invece… Arrivederci all’anno prossimo!

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti