sabato, Maggio 18, 2024
20.7 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Ecco il 2° segnale della ripresa: anche in trentino più fallimenti

Da leggere

di REDAZIONE

Non è solo un’aosi tranquilla la Provincia autonoma di Trento; anche lì la crisi morde. I dati sono diffusi dall’Ufficio studi e ricerche della Camera di Commercio di Trento, che monitora da anni il numero di imprese dichiarate fallite, in un‘indagine afferma: “Nell’anno appena trascorso le aperture di fallimento e le liquidazioni coatte amministrative delle società cooperative sono risultate complessivamente pari a 145, il valore più elevato registrato in provincia di Trento negli anni recenti”. Ancora: “Le imprese individuali fallite – continua la nota della Camera di Commercio – sono risultate 12 mentre le società 133”.

Dall’analisi territoriale Trento risulta il Comune con il maggior numero di imprese fallite (41), seguito da Rovereto (16) e Arco (8). Quattro fallimenti hanno interessato i Comuni di Pergine Valsugana, Nomi e Mezzolombardo e tre i Comuni di Ala e Riva del Garda. Gli altri Comuni della provincia sono stati interessati dai restanti 62 fallimenti. E per settori si scopre che l’edilizia rappresenta il comparto maggiormente interessato. “Le imprese di costruzione o gli impiantisti, dichiarati falliti nel 2016, sono 46 a cui si aggiungono 18 società immobiliari. Complessivamente, quindi, 64 aziende che rappresentano oltre il 44% del totale delle procedure concorsuali considerate.

Segue il settore manifatturiero con 29 fallimenti e il commercio all’ingrosso e al dettaglio con 20 procedure fallimentari aperte in corso d’anno. Ma anche gli alberghi, i bar e i ristoranti hanno totalizzato complessivamente 10 procedure concorsuali.  Se si prendono in considerazione gli ultimi 15 anni si evidenzia come solo negli ultimi quattro, dal 2013 al 2016, si sia avvicinato o superato il valore dei cento fallimenti all’anno, mentre in precedenza il dato rimaneva ben al di sotto di questa soglia con numeri che oscillavano tra i 30 e i 70 casi.

Correlati

3 COMMENTS

  1. mi sono già perso il primo segnale? possibile?
    credo che scorrendo la cronaca dei quotidiani locali, ogni giorno si possano trovare in ogni angolo d’itaGlia, segnali di ripresa.

  2. Anche ieri, parlando con conoscenti, risultava quanto in difficoltà siano aziendine e anche medie aziende.
    Una difficoltà che si evidenzia, tra l’altro, con ritardi sempre maggiori nel pagare i dipendenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli recenti