ALTRO CHE EVASORI, L’ITALIA È UN PAESE DI “SCHIAVI FISCALI”

DI LEONARDO FACCO

Dieci anni fa, con “Elogio dell’evasore fiscale” dimostrai che il sistema tributario italiano era oppressivo, criminale, iniquo, illiberale. Nel 2009, la pressione fiscale si prendeva circa il 65% del frutto del vostro lavoro.

Dieci anni dopo, com’è la situazione? I governi che si sono succeduti hanno mantenuto la promessa di abbassare le tasse?

“Schiavi Fiscali”, senza fare sconti, dimostra che i dati parlano chiaro: le gabelle sono aumentate, la burocrazia s’è trasformata in un ginepraio inestricabile, la legislazione ha raggiunto vette di stupidità senza eguali, l’apparato repressivo fiscale ha portato una miriade di imprenditori a suicidarsi e a far fallire decine di migliaia di imprese, l’informazione ha funzionato da mezzo di propaganda dello Stato lenone e la democrazia italica ha portato alla ribalta personaggi politici di una idiozia sesquipedale.

Eppure, in perfetto stile orwelliano, il governo ha la sfrontatezza di definire il Fisco “Amico”.

Questa è la sintesi di SCHIAVI FISCALI, la riedizione totalmente aggiornata di Elogio dell’evasore fiscale, una EDIZIONE LIMITATA con copertina rigida e solo 100 copie, già tutte esaurite.

Un decennio dopo quel libro, che sollevò un enorme dibattito e mise il dito nella piaga tributaria italiana, SCHIAVI FISCALI dimostra che in Italia dagli errori si impara nulla e che il declino è inarrestabile.

Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere