ARGENTINA, 54% DI TASSE PER UN AUTO NUOVA! RIVOLTA FISCALE IL 21 MARZO

di FEDERICO FERNÁNDEZ “Non ce la facciamo più”, proclama Javier Milei, economista e comunicatore, dal suo account Twitter. Non è solo. Tutto è iniziato qualche settimana fa con un “Twittazo” che invitava la gente a protestare contro le tasse elevate e l’enorme spesa pubblica. L’hashtag #BajenLosImpuestos (#AbbassateLeTasse) è diventato rapidamente un argomento di tendenza. Il 21 marzo, quella che è iniziata come una protesta virtuale si sta muovendo nel mondo reale. Organizzata da prestigiosi economisti, fondazioni e gruppi di esperti, membri della stampa, organizzazioni studentesche e gruppi di contribuenti, la prima protesta fiscale argentina avrà il suo epicentro a Buenos Aires alle porte del Parlamento. Tuttavia, gruppi in tutto il paese stanno lavorando per organizzare eventi simili in città come Rosario, Cordoba, Corrientes e molte altre. Quando si è battuto in campagna elettorale per l’elzione nel 2015, il presidente Mauricio Macri sembrava consapevole del pesante carico fiscale del paese. Tuttavia, la maggior parte delle sue promesse sui tagli fiscali non si sono mai realizzate. L’unica azione…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo