venerdì, Giugno 14, 2024
21.8 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

CHAT-GPT, la follia italica di bloccare il suo utilizzo

Da leggere

di MATTE GALT

Il garante privacy dovrebbe tenere in considerazione i diritti e libertà dei soggetti interessati. Bloccare oggi un servizio come chatGPT per violazione della normativa crea più danni di quanti ne risolva.

È l’equivalente di bloccare tutte le operazioni di un ospedale perché in
violazione della normativa privacy. Assolutamente non proporzionale e non è ciò che aiuta le persone.

Infatti il 99% di chi usava lo strumento prima, lo userà ancora oggi con una VPN. Questo aumenta i rischi (non tutte le vpn sono uguali) e crea anche un costo (molte sono a pagamento).

Inoltre, crea anche disservizi per chi aveva acquistato abbonamenti a GPT4.

Un provvedimento folle di cui non si capisce l’origine e lo scopo. Perché arrivare a sospendere il trattamento dati e non ammonire o sanzionare e basta? Voglia di protagonismo? Lobbying politico? Non so, comunque non sempre applicare la legge a occhi chiusi fa davvero il bene delle persone.

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli recenti