CHI HA PAURA DELL’AUTONOMIA? PARASSITI, IGNORANTI E IPOCRITI ITALIANI

di PAOLO L. BERNARDINI Raramente sono d’accordo con papa Bergoglio. Forse mai. Ma il suo continuo riferirsi alla “paura” come generatrice di dittature, la paura che rende pazzi, la paura che oscura la visione, esprime una verità che forse va al di là di quanto intenda lo stesso Pontefice, che certamente non è sciocco o superficiale. Quel che sta accadendo ora in Italia con l’autonomia regionale è l’ennesima dimostrazione di quanto, in un paese periclitante, la paura si allei con l’ipocrisia, l’ignoranza con la beceraggine, l’idiozia con interessi immensi, che mantengono uno stato tecnicamente fallito nella condizione inamena (per i vivi) del morto vivente. Ebbene, alla base di tutto ci sono gli interessi, dei parassiti, dei burocrati, dei mantenuti a vita, nell’evitare che sia concesso un pochino di libertà a Veneto Emilia e Lombardia, regioni che, insieme al Piemonte, occorre ricordare mantengono tutto il resto. Le spennate oche del Campidoglio alzano alti lai. Una Gruber scrive: “…un dossier [quello sull’autonomia differenziata] esplosivo, anche perché mette…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere