CHILE, I CRIMINALI NAZICOMUNISTI DANNO FUOCO ALLA CHIESA. ED ESULTANO

di REDAZIONE Un gruppo di uomini incappucciati ha dato fuoco alla parrocchia di “La Asunción”, nel centro di Santiago del Cile, nell’ambito delle manifestazioni organizzate dalla sinistra. Le fiamme hanno quasi completamente consumato la struttura risalente al 1876, nonostante i tentativi da parte dei vigili del fuoco di spegnerle. A causa dell’incendio il campanile della chiesa è crollato , mentre alcuni autori celebrano la caduta. Questa infame tragedia – come ha scritto Carlos Ramiro Chacin – è avvenuta tra gli incroci del Barón Pierre de Coubertin con Vicuña Mackenna, a Santiago . I Carabineros cileni sono intervenuti senza fornire dettagli sull’incidente o sui responsabili. Hanno anche avvertito i cittadini della situazione e hanno raccomandato loro di essere cauti. L’incendio è iniziato nel pomeriggio di ieri e gradualmente si è diffuso nel vecchio edificio, tanto che alle ore 20 la guglia della chiesa è crollata. Da parte loro, i vigili del fuoco hanno lavorato per spegnere le fiamme, mentre venivano sonoramente fischiati da un gruppo di manifestanti nazi-comunisti, che hanno minacciato…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche FuoriDalMondo