CLIMA CHE CAMBIA? 5000 ANNI FA IN ITALIA VIVEVANO ELEFANTI, GAZZELLE E ANTILOPI

di ANTONIO GASPARI I fautori della teoria del riscaldamento globale sostengono che il nostro Pianeta ha la febbre, che la temperatura si sta innalzando e che questo fenomeno causa sconvolgimenti climatici. La causa di tutto ciò sarebbe da attribuire all’eccessiva produzione di anidride carbonica (CO2) generata dalle attività umane. Di fronte a questa argomentazione le critiche sono diverse e sostanziali. Non è ancora scientificamente dimostrato che l’aumento della CO2 generi automaticamente un innalzamento della temperatura terrestre. Il dato secondo cui negli ultimi cento anni la temperatura media del pianeta si sia innalzata di 0,6°C e che cresca in funzione dell’aumento della concentrazione di CO2, è contraddetto da molte altre misurazioni e argomentazioni. Migliaia di scienziati sostengono che le modalità con cui vengono raccolti i dati sulla temperatura terrestre non sono uniformi. Le stazioni di misurazione si trovano infatti nella grande maggioranza in luoghi urbani o suburbani, dove è evidente l’effetto riscaldamento. Poche le stazioni di rilevamento in luoghi dove non c’è presenza umana, quasi inesistenti…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere