sabato, Maggio 21, 2022
27.4 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Con restrizioni assurde e vaccinazioni a tappeto, l’Italia ha il record di morti

Da leggere

di MARIETTO CERNEAZ

Ma cosa serve ancora per sbattere in faccia la realtà a politici e giornalisti, stupidi megafoni della propaganda covidiota?

Guardate questo grafico, riguarda i casi di “infezione” (dicesi contagio oggi) per l’influenza che insistono nel definire “Covid”.

C’è sempre qualcuno che sta facendo peggio dell’Italia, ed è Israele, che con oltre 500 mila persone che hanno ricevuto la quarta dose booster mantiene la vetta dei contagi.

Inoltre, al netto della verità sui morti da Covid, eccovi un altro grafico che grida vendetta. L’Italia ancora una volta risulta in testa per mortalità, nonostante le restrizioni peggiori e le vaccinazioni a tappeto che sono state fatte.

La faccenda, anche vista coi loro dati, è sempre più grottesca. Ma tutto questo non conta nulla, a quanto pare. L’Idiocrazia televesiva continua a propagandare  una narrazione edulcorante, anzi falsa!

Ciò che è grave è che di decreto in decreto, i criminali al governo peggiorano la situazione. Provate a chiedervi perchè…

- Advertisement -

Correlati

4 COMMENTS

  1. Forse ragiono terra terra, ma le case farmaceutiche hanno sempre elargito a piene mani a chi nei vari stati agevola la vendita dei loro prodotti, da non dimenticare in Italia Poggiolini, il solo beccato, con un caveau pieno di tutto. Le varie specialità hanno in ogni stato un prezzo anche molto diverso, se fossero a mercato libero e gli utili andassero ai produttori non avrei nulla da dire, ma i prezzi sono concordati con mammasantissimi nei vertici degli stati ed allora c’è da supporre che ci sia sotto qualcosa di losco.
    Con le vaccinazioni da fare a tutti, anche ai bambini e, perché no poi ai morti ed agli animali, con i tamponi a go-go, con il boicottaggio della cura di Di Donno, la tachipirina e nessun accenno all’aspirina come antinfiammatorio ed all’uso preventivo della vitamina D3, … beh! a confronto il peggior mafioso è un santo.
    E la Magistratura … ? Ah ! E’ ben pagata, ma ha il suo daffare per mantenersi i privilegi, … forse dorme o forse è connivente.

  2. Sono grafici di una gravità e di un’importanza assolute.
    Incontrovertibili, chiari, esplicativi.
    Grafici da aggiungere a complemento di qualsiasi denuncia a carico del governo da presentarsi nelle procure.

      • No, non smetteranno. A meno che, i giochi quirinalizi e quelli conseguenti di Palazzo Chigi non forniranno loro un incentivo ad agire. Se aspettano il trentennale dell’arresto di Mario Chiesa, ci siamo vicini perché ricorre il diciassette febbraio prossimo. Volendo, lo strumento giuridico ce l’hanno: violazione della Legge 1/2018, lo stato d’emergenza non può protrarsi oltre il trenta gennaio del 2022. Con il decreto che lo porta al trentuno marzo, il reato c’è ed è evidente a chiunque non sia completamente accecato dalle narrazioni ufficiali. Ci vorrebbero più denunce in tal senso. Certo, si rischia di tornare alla dittatura giudiziaria in luogo dell’attuale sanitaria. Ma tra due mali, per lo meno in questo momento, occorre scegliere il minore. Il problema è che non abbiamo il potere di scegliere, solo quello di denunciare. E non è detto che le Procure rinuncino comunque a dormire. Anche perché impegnate a contestare al vicedirettore di questa testata il possibile vilipendio delle istituzioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti