DA MISES A MENCKEN: IN DEMOCRAZIA L’UOMO È COME UN CANARINO IN GABBIA

di CHRISTOPHER MAYER “I liberali del XVIII secolo erano pieni di sconfinato ottimismo. L’umanità è razionale, il che permette alla fine di far emergere la giusta opinione. La luce sostituirà l’oscurità… La democrazia con la sua libertà di pensiero, di espressione e di stampa assicura il successo della giusta dottrina. Che decidano le masse; sceglieranno con saggezza… Nessuno accetterebbe ora un tale ottimismo”. (Ludwig von Mises) “Ci sono, senza dubbio, spiriti liberi nel mondo, ma la loro libertà non è, in definitiva, molto più grande di quella di un canarino in gabbia. Possono saltare da un posatoio all’altro; possono fare il bagno e inghiottire a loro piacimento mangime; possono sbattere le ali e cantare. Ma sono ancora in gabbia… La democrazia fornisce sciami di questi uomini”. (H. L. Mencken) Mises scrisse quelle parole nel 1940, quando il mondo era coinvolto nella guerra e il mantello dello statismo soffocava lo spirito del liberalismo classico nella battaglia popolare delle idee. Mencken ha invece espresso la sua caratteristica…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere