mercoledì, Settembre 22, 2021
22.9 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

De Donno si è tolto la vita. Curava col plasma iperimmune, mai riconosciuto come cura

Da leggere

di LEONARDO FACCO

Era uno dei medici per bene di cui riportavamo anche nel libro “Coronavirus, Stato di paura”, in cui si dimostrava che l’influenza Covid la si curava anche con il suo plasma iperimmune. De Donno, ha curato tutti i suoi pazienti! Non un morto.

La stampa igienica, la fogna dell’informazione, i leccapiedi del regime iscritti all’Ordine fascista dei Giornalisti, però, ha preferito relegarlo ai margini del dibattito, per far parlare i cialtroni che oggi sono assurti a “virostar” da baraccone. Non è mai stato funzionale alla narrativa. Così, lo scorso giugno, aveva lasciato l’ospedale Carlo Poma dopo tanti anni di onorato servizio, da direttore di Pneumologia, per diventare medico di medicina generale a Porto Mantovano.

Oggi pomeriggio, Giuseppe De Donno, 54 anni, è stato trovato morto nella sua abitazione di Curtatone: “stando alle prime tristissime indiscrezioni, si sarebbe suicidato impiccandosi. Una notizia che ha sconvolto l’intera comunità e non solo, dato che De Donno era un esempio per la terapia con il plasma, che il Ministero della Salute non ha mai riconosciuto come cura.

De Donno era infatti considerato il medico simbolo per il plasma iperimmune che aveva curato molti pazienti durante i primi mesi del 2020, i più tragici della farsa che si rifà al coronavirus. Dopo 27 anni, aveva deciso di optare per un cambiamento epocale e tornare tra la gente comune. Perché?

«L’esperienza del Covid mi ha cambiato», aveva confessato in una diretta su Facebook. Pochi giorni fa aveva programmato un’uscita con gli amici per sabato scorso. «Mi dispiace – aveva detto – ma non posso venire, voglio stare con mia moglie, sarà per un’altra volta», riporta la Gazzetta di Mantova.

Ho interpellato personalmente un paio di medici che lo conoscevano. Faticano a credere che si sia tolto la vita. Il dottor Riccardo Szumski, sul suo profilo Facebook ha scritto: “Di Donno suicida?… credetemi… se mi suicido io non è assolutamente vero… un polacco come me si batte oltre ogni limite… e non si suicida”.

 

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisement -

Articoli recenti

error: Content is protected !!